5.3 C
Belluno
venerdì, 28 Febbraio, 2020
Home Meteo, natura, ambiente, animali Pm10, da oggi allerta rossa in alcune zone della Regione del Veneto....

Pm10, da oggi allerta rossa in alcune zone della Regione del Veneto. Solo la provincia di Belluno entro i limiti di legge

Arpav, sala meteo

Padova 3 febbraio 2020 – Situazione. Un promontorio anticiclonico, esteso sul Mediterraneo centro-occidentale, sta mantenendo sulla regione tempo in prevalenza stabile, senza precipitazioni, con venti deboli sulle zone pianeggianti.
Il fine settimana scorso è stato caratterizzato da una bassa dispersività dell’atmosfera che ha favorito l’accumulo degli inquinanti al suolo.

I livelli di PM10 hanno superato nelle giornate di sabato e domenica il valore limite giornaliero in tutti i punti di misura della rete, fatta eccezione per la stazione di Belluno città e le centraline montane di Boscochiesanuova e Pieve d’Alpago. In pianura nella giornata di ieri si sono registrati valori fino a oltre 100 µg/m3 (104 µg/m3 a Treviso Via Lancieri), con la maggior parte delle centraline sopra gli 80 µg/m3.

Livelli di criticità. Il lungo episodio di accumulo ha portato all’attivazione dello stato di allerta rosso nelle zone di Vicenza, Treviso, Padova, Rovigo, San Bonifacio, Castelfranco, Mirano, Cittadella e Este. Permane invece lo stato di allerta arancione nelle zone di Venezia, Verona, Legnago, Mansuè, Adria, Badia Polesine, Piove di Sacco e San Donà di Piave; è attivato, a partire da domani 4 febbraio, il livello arancione anche nelle zone di Cinto Euganeo e Monselice.

Previsioni. Oggi e fino al primo mattino di domani, 4 febbraio, le condizioni meteorologiche resteranno pressoché invariate e quindi ancora favorevoli al ristagno delle polveri sottili. In seguito, un’area di bassa pressione in arrivo da nord-ovest interesserà marginalmente il Veneto con precipitazioni trascurabili.
Significativa, invece, sarà la successiva intensificazione dei venti settentrionali, che risulteranno moderati/tesi anche in pianura e nelle valli. Pertanto, tra la tarda mattinata di martedì 4 febbraio e il pomeriggio di mercoledì 5 febbraio, i venti favoriranno un efficace rimescolamento ed il ricambio della massa d’aria. Le concentrazioni di polveri sottili potranno, progressivamente, riportarsi su valori inferiori al limite giornaliero.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Due cadute dalla seggiovia nel comprensorio del Civetta

Val di Zoldo, 27 febbraio 2020  -  Due cadute a un'ora di distanza una dall'altra dalla seggiovia in Val di Zoldo, comprensorio del Civetta. La...

Incidente sul lavoro. Precipita da 6 metri, ricoverato all’ospedale di Treviso

San Gregorio nelle Alpi 27 febbraio 2020 - Grave incidente sul lavoro nel primo pomeriggio di oggi in via Cal Longa di San Gregorio...

Neri Marcorè al Comunale di Belluno il 15 aprile con il concerto-spettacolo “Le mie canzoni altrui”

Mercoledì 15 aprile (ore 21) Veneto Jazz porta al Teatro Comunale di Belluno il concerto-spettacolo di Neri Marcorè "Le mie canzoni altrui", una serata...

Coronavirus, contrordine. “Solo 116 positivi su oltre 6mila tamponi”, l’assessore regionale Lanzarin ridimensiona il caso

Venezia, 27 febbraio 2020  -  “Si sta decidendo in queste ore se reiterare l’ordinanza regionale per il coronavirus, ed eventualmente in quali termini. Ma anche...
Share