Thursday, 20 February 2020 - 23:46
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Carta Europea del Turismo Sostenibile: il Comune di Belluno tra i firmatari

Gen 24th, 2020 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Yuki d’Emilia, assessore

È stata sottoscritta nella serata di ieri, giovedì 23 gennaio, la presentazione della ricandidatura del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi alla Carta Europea del Turismo Sostenibile – CETS, strumento per promuovere lo sviluppo turistico sostenibile basato sulla collaborazione tra tutte le parti, pubbliche e private.
Tra i protagonisti del quinquennio 2020-2024 ci sarà anche il Comune di Belluno, che per la prima volta sottoscrive il documento e parteciperà con tre “schede azione”; a mettere nero su bianco l’impegno del capoluogo è stata l’assessore al turismo, Yuki d’Emilia.

«L’adesione alla CETS è un passo importante per noi, perché andiamo così ad affrontare una sorta di percorso di certificazione verso una migliore gestione delle aree protette per lo sviluppo del turismo sostenibile. – spiega d’Emilia – Sono infatti oltre 100 le aree protette in 16 diversi Paesi europei che hanno ottenuto la Carta, e il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi dal 2014 è uno di questi»

55 le schede azione sottoscritte da enti pubblici e realtà private; delle 12 proposte pubbliche, tre, come anticipato, quelle che vedranno impegnato il Comune di Belluno, frutto del lavoro coordinato degli assessorati al turismo, all’ambiente e alle politiche educative: si tratta delle iniziative “Belluno per una mobilità sostenibile”, “Per una promozione di green events” e “La Belluno sostenibile dei bambini e dei ragazzi”.

«Nel primo caso, il Comune continuerà la sua azione di ampliamento e miglioramento della rete ciclabile e della sua promozione, organizzando eventi di illustrazione delle nuove tratte realizzate, riproponendo giornate della mobilità sostenibile e confermando la propria adesione all’iniziativa della FIAB “ComuniCiclabili”. – spiega d’Emilia – Per gli eventi, invece, vogliamo incentivare e sostenere manifestazioni che seguano criteri sostenibili, riducendo il loro impatto ambientale; per questo, raccoglieremo le buone pratiche ed elaboreremo una linea guida e una campagna di comunicazione e sensibilizzazione rivolta agli organizzatori di eventi, mirata a promuovere l’utilizzo di prodotti provenienti dal territorio e modalità virtuose di riduzione, riciclo e smaltimento dei rifiuti».

Infine, la “Belluno sostenibile dei bambini e dei ragazzi” prevede un arricchimento della tradizionale iniziativa indirizzata ai bambini e ragazzi delle scuole del capoluogo con progetti legati al “Turismo sostenibile nelle Dolomiti Bellunesi” per i più grandi, raccogliendo le loro proposte in materia e ai “Comportamenti sostenibili nelle Dolomiti Bellunesi” per i più piccoli, ossia la creazione da parte dei bambini di un vademecum su come comportarsi entro il Parco da distribuire ai turisti.

«L’adesione alla CETS – conclude d’Emilia – sarà quindi uno strumento per potenziare ancora la nostra attività nel settore turistico e per valorizzare la nostra sensibilità ambientale; inoltre sarà un ottimo mezzo di visibilità e di promozione a livello nazionale ed internazionale».

Share

Comments are closed.