Thursday, 20 February 2020 - 21:52
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Analisi di laboratorio e cancro, i temi della conferenza, sabato ore 17:00 al Centro Giovanni 23mo di Belluno

Gen 17th, 2020 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

La quattordicesima edizione del “Dolomiti in Scienza” avrà inizio sabato 18 gennaio 2020
alle ore 17:00, nella sala-teatro del Centro “Giovanni XXIII” a Belluno. Si tratta dell’appuntamento
di spicco nel calendario del GDS (Gruppo Divulgazione Scientifica Dolomiti “E. Fermi”) che da
anni promuove conferenze di argomento scientifico, adatte a un pubblico eterogeneo e di
formazione varia.

Ogni anno la rassegna cerca di rinnovarsi in alcuni aspetti, offrendo alla cittadinanza un ventaglio
originale di possibilità di approfondimento. Il programma di questa edizione si apre “in rosa” con
due relatrici che tratteranno argomenti legati alla medicina: la dott.ssa Tiziana Roncada parlerà
infatti delle analisi di laboratorio, della loro evoluzione e importanza, mentre la dott.ssa Laura
Vidalino si occuperà di un tema sempre più quotidiano quale le nuove frontiere nella lotta al cancro.

Il secondo appuntamento, sabato 1° febbraio, sarà all’insegna della fisica; il dott, Fabiano Nart ci
mostrerà gli aspetti più curiosi e meno noti della termodinamica, a seguire il prof. Alex Casanova
relazionerà sull’importanza scientifica di due fotografie scattate a cent’anni di distanza che hanno
consolidato la teoria della relatività di Einstein.

La terza serata propone le prime due novità: nella prima, il Dolomiti in Scienza ospita i ragazzi del
Liceo Galilei-Tiziano di Belluno che esporranno le interessanti esperienze che sono offerte da
progetti extracurricolari legati all’astronomia, senza tralasciare alcuni spunti che il cielo bellunese
può offrire. Nella seconda, il prof. Paolo Alessandrini, accompagnato dalla chitarra di Stefano
Zamuner e dalla voce di Giorgia Pramparo, si esibirà nella conferenza-spettacolo “Matematica
rock!” in cui la storia del rock verrà presentata attraverso argomenti matematici che si celano in
molte canzoni e non solo.

Quarto appuntamento molto “caldo”, si parlerà infatti di variazioni climatiche e dei loro effetti; il
prof. Carlo Barbante farà un’analisi di come l’aumento delle temperature medie sia dovuto alla
emissione in atmosfera dei cosiddetti gas clima alteranti, con tutte le conseguenze del caso, mentre
il dott. Jacopo Gabrieli parlerà di come il climate change stia facendo sparire i ghiacciai, veri
archivi di informazioni, e di quali siano i progetti scientifici per contrastare questo disastro.
Il ciclo si concluderà con un’ulteriore novità e un doppio incontro: “ISS chiama Dolomiti: Umberto
Guidoni al Dolomiti in Scienza”. Non succede spesso di poter dialogare con una persona che ha
viaggiato a bordo dello Space Shuttle e della Stazione Spaziale Internazionale e che ha potuto
contemplare il nostro pianeta dallo spazio, ammirandone la bellezza e la fragilità. In due straordinari incontri, il primo aperto a tutta la cittadinanza (venerdì 13 marzo ore 20:30) e il secondo (sabato 14 marzo, ore 9:30) riservato su prenotazione alle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Belluno, il dott. Umberto Guidoni racconterà le sue esperienze come astronauta e chiarirà le prospettive future dell’esplorazione umana dello spazio.
Tutti gli appuntamenti si terranno presso la sala teatro Centro Congressi Giovanni XXIII, Piazza
Piloni 11 – Belluno, in collaborazione con l’Associazione Bellunesi nel Mondo e con il patrocinio
del Comune di Belluno.

Share

Comments are closed.