13.9 C
Belluno
martedì, Luglio 7, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Granfondo Dobbiaco-Cortina 1-2 febbraio 2020. Due tori ai vincitori della 43ma edizione. Iscrizioni,...

Granfondo Dobbiaco-Cortina 1-2 febbraio 2020. Due tori ai vincitori della 43ma edizione. Iscrizioni, 100 euro (42 km) e 75 euro (32 km) entro il 29 gennaio

I treni sbuffavano sulla Dolomitenbahn che collegava Calalzo di Cadore, Cortina d’Ampezzo e Dobbiaco, unendo le province di Belluno e Bolzano tra il 1921 e il 1964. Ora la ferrovia di montagna non esiste più, ma tra Dobbiaco e Cortina lo sbuffare si sentirà ancora grazie all’inventiva del comitato organizzatore della Granfondo Dobbiaco-Cortina dell’1 e 2 febbraio, che ha pensato bene di dare in “regalo” ai vincitori della 43ma edizione non due ori bensì due… tori!

La fondista Stephanie Santer con il toro

Tutto vero dunque, con il presidente del comitato organizzatore Herbert Santer ad annunciare l’inusuale decisione, senza tuttavia trasportare i tori a Cortina evitando di causare loro inutile stress, consegnando un cartonato ai vincitori. Nel frattempo, i lavori per la realizzazione del tracciato sono in pieno svolgimento: “Il percorso è al top ed è praticamente fatto dall’Aeroporto di Dobbiaco alla periferia di Cortina, con entrambe le gare a scorrere nella medesima direzione, è la novità di quest’anno”, afferma Santer, riferendosi al tradizionale percorso di 42 km in classico (Visma Ski Classics) e alla 32 km in tecnica libera (Challengers) del giorno successivo.

La pista è completata fino a Fiames ed è già possibile testare liberamente il tracciato, con l’ultimo tratto a venire ultimato due o tre giorni prima dello start. Dopo la partenza in zona aeroporto, si partirà alla volta dei paesaggi spettacolari sul tracciato da Dobbiaco a Cortina, esaltati dalle immagini Visma Ski Classics, il circuito long distance più importante al mondo. E sarà una cavalcata… in musica, con la banda musicale ad aspettare i concorrenti alla Nordic Arena di Dobbiaco, i suonatori del corno di montagna alla Vista Tre Cime di Lavaredo, mentre nel cuore di Cortina d’Ampezzo non mancherà un cenno alle Olimpiadi Milano-Cortina 2026.

La manifestazione è anche ecologica con brochure in carta riciclata, offrendo il massimo sia ai numerosi amatori che ai campionissimi Visma Ski Classics come Tord Asle Gjerdalen che sogna un’altra vittoria, ma avrà un bel da fare con gli atleti del Team 157 e del Team Kaffebryggeriet in forma nell’avvio stagionale. Le iscrizioni ammontano a 100 euro (42 km) e 75 euro (32 km) entro il 29 gennaio, i fondisti scandinavi non hanno perso tempo nell’iscriversi (circa 2000 già iscritti), mentre si aspettano numerosi i nostri italiani.

Share
- Advertisment -



Popolari

Cos’è l’interesse composto? Quali vantaggi offre?

Nel settore degli investimenti esiste una tecnica poco sfruttata, ma estremamente vantaggiosa. Stiamo parlando dell’interesse composto, ovvero quello che può essere considerato il modo...

Riparte il servizio di trasporto pubblico urbano a Belluno, Feltre e Auronzo

Da oggi possono riprendere i collegamenti bus nei Comuni di Belluno, Feltre e Auronzo. La Provincia ha dato l'ok a Dolomitibus per la ripartenza...

Positiva una badante nel Feltrino. Attivato il tracciamento dei contatti

In seguito alla accertata positività di una badante arrivata dalla Moldavia e testata secondo le disposizioni della Regione Veneto il 4 luglio, sono stati...

Lago Film Fest 2020. Un’edizione che passerà alla storia, svelati oggi tutti i contenuti

È stata presentata oggi, in diretta dalla riva del lago di Revine-Lago, la 16^ edizione del Lago Film Fest. Presenti alla conferenza stampa: Viviana Carlet,...
Share