2.9 C
Belluno
sabato, 29 Febbraio, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti All'Abbazia di Sant'Eustachio la proiezione di "Fucilateli"

All’Abbazia di Sant’Eustachio la proiezione di “Fucilateli”

Il documentario sulla Commissione d’inchiesta su Caporetto 1918-19 che scoperchia le tombe senza nome dei condannati della Grande Guerra.

La Grande Guerra torna protagonista di alcune serate all’insegna della storia presso l’Abbazia di Sant’Eustachio, a Nervesa della Battaglia (Treviso). Venerdì 6 e sabato 7 dicembre, avrà luogo la proiezione del documentario “Fucilateli – Commissione d’Inchiesta su Caporetto 1918-19”, un importante riconoscimento del valore della storia come strumento profondo di consapevolezza civile, scritto e diretto da Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato, e prodotto da Sole e Luna Production.

L’opera affronta la vicenda, piena di ombre e di incertezze, delle centinaia di fucilazioni avvenute fra il 1915 e il 1919, chiudendo idealmente i lavori della Commissione d’inchiesta presieduta dal Generale Carlo Caneva e promossa dall’allora Presidente del Consiglio Vittorio Emanuele Orlando, tra il 1918 e il 1919. È impossibile determinare con certezza quanti furono i giustiziati, ma tra questi, oltre a responsabili reali di omicidi e crimini efferati contro i civili, c’erano anche vittime di giudizi arbitrari, uomini che disertarono o si mutilarono. Per loro, non ci fu alcuna sepoltura, né commemorazione. Il documentario gode del patrocinio del Ministero della Difesa e della certificazione storico-scientifica dell’Università degli Studi di Padova.

Non è casuale la scelta di proiettare il documentario all’interno dell’Abbazia di Sant’Eustachio, uno dei centri che sono stati protagonisti di quelle vicende: trovandosi in una posizione strategica, quale punto di osservazione sul Piave, l’Abbazia fu distrutta proprio nel 1918 dalle artiglierie sia tedesche che italiane.
Tutto il territorio di Nervesa della Battaglia è coinvolto nella narrazione del documentario: essa, infatti, fu travolta nella ritirata da Caporetto e teatro della fucilazione di alcuni soldati accusati di saccheggio. Insieme a Sernaglia della Battaglia, Vidor e Ponte della Priula e altre località del territorio, diventò prima linea nel novembre 1917.
Oggi l’Abbazia, presidio storico e naturalistico della Marca trevigiana e del Montello, è stata recentemente restaurata da Ermenegildo Giusti, proprietario dell’azienda vitivinicola Giusti Wine, che l’ha trasformata in un polo di incontro e di cultura della zona.

La proiezione del 6 dicembre avrà luogo alle ore 20.30, mentre il 7 dicembre è previsto un doppio appuntamento: alle 16.30 e alle 18.30. Presenti in sala i registi Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato.

Prenotazioni obbligatorie, posti limitati (60): tel. 320/2696169 – info@abbaziasanteustachio.com Costo biglietto d’ingresso 5 €.

“A un tratto il nemico tira sull’Abbazia. Le batterie inglesi rispondono alla modesta provocazione con tale violenza che tutto il Montello trema”.

Un ragazzo del ’99

Share
- Advertisment -

Popolari

Incendio sul Col Melon a Pedavena

Pedavena, 28 febbraio 2020  -  Dalle 18:30, i vigili del fuoco sono impegnati in località Belvedere sul Col Melon a Pedavena per un incendio...

Recuperato sciatore su Padon

Rocca Pietore (BL), 28 - 02 - 20  -  Poco prima delle 16 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino della Val...

Scossa di terremoto 2.7 a Chies d’Alpago

Alpago, 28 febbraio 2020 - Una scossa di terremoto di magnitudo ML 2.7 è stata registrata oggi pomeriggio alle ore 18:07:32 a 2 km...

Coronavirus. Incontro in Prefettura tra istituzioni, categorie e sindacati

Belluno, 28 febbraio 2020  -  In data odierna le Organizzazioni sindacali provinciali della Cgil, Cisl e Uil hanno partecipato all’incontro convocato in Prefettura con...
Share