Sunday, 15 December 2019 - 04:01
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

All’Unisono di Feltre nasce Jazz&Food, serate jazz con aperitivo e cena. Sabato il taglio del nasto

Ott 20th, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Feltre – E’ ai nastri di partenza la nuova stagione jazz dell’ Unisono di Feltre. L’edizione 2019 porta con sé una novità: il Centro di musica di Palazzo Guarnieri torna alla formula dell’autentico jazzclub, dove i live dei grandi artisti erano seguiti da jam session, in un clima di festa e di condivisione artistica. Per questo il calendario in partenza vedrà affiancarsi ad Unisono altre due realtà del territorio, il locale Bandalarga e il sodalizio di chef creativi di “Fooding” per un’offerta completa dall’aperitivo alla cena. Il taglio del nastro sarà sabato 26 ottobre con il concerto del miglior chitarrista italiano, Sandro Gibellini, conteso dai divi americani del jazz nei loro tour in Italia.

Palazzo Guarnieri – Feltre

Sarà ugualmente la musica la vera protagonista della rassegna, che vedrà ancora una volta Palazzo Guarnieri crocevia di scambi artistici e tappa prestigiosa per i musicisti più rappresentativi della scena jazz italiana. Dal miglior chitarrista italiano alla creme dei pianisti jazz, sarà un susseguirsi di grandi nomi e di concerti imperdibili. Ci sarà posto anche per i talenti emergenti e per gli artisti locali, nel rispetto dello spirito di Unisono da sempre attento ai giovani e alla loro formazione.

“Cinque importanti eventi concludono un anno ricco di concerti, festival e recording – annuncia il direttore artistico di Unisono, Nicolò Ferrari Bravo -. Ci saranno due registrazioni dal vivo, una con Enrico Pieranunzi e una con Julian Oliver Mazzariello in piano solo, grandi protagonisti del pianismo jazz italiano. E poi l’organ Trio di Sandro Gibellini, un mito della chitarra jazz, apprezzatissimo anche in ambito internazionale, e il trio del giovane talentuoso pianista Mosè Andrich che suonerà con il sassofonista Pasquale Innarella. Concluderà l’anno “Lost song”, il progetto in duo di Francesco Bearzatti con Federico Casagrande. Cosa dire? Qualità altissima, porteremo a Feltre davvero quanto di meglio esprime oggi il jazz italiano”.

I concerti saranno nella Modern Hall al secondo piano del Palazzo e prenderanno il via alle 21.15. Ma la serata inizierà molto prima. Dalle 17 il giardino e le sale del ristorante al piano terra si animeranno per l’aperitivo con dj set con vinili. Dopo il concerto l’atmosfera bohemiene proseguirà sempre al piano terra con la jam session fino a tarda notte. Una proposta trasversale, insomma, fatta di eccellenza musicale e gastronomica. Sì, perchè Bandalarga e Fooding stanno studiando piatti e stuzzichini golosi e la carta dei vini riserverà un ruolo da protagonisti alle etichette locali.

“Siamo entusiasti della collaborazione con Unisono – commenta Riccardo Cecchet, del Bandalarga -. Per le serate punteremo su vini di cantine locali associate al Consorzio Coste Feltrino e dalle 18 alle 21.30 ci sarà un buffet. Il biglietto d’ingresso al ristorante sarà di 15 euro e darà diritto a due consumazioni e alla zona food. Conosciamo Nicolò da molti anni e abbiamo sempre avuto il sogno di collaborare con lui, quest’anno si è presentata l’occasione e l’abbiamo colta al volo”.

Per restare aggiornato sulla rassegna visitare la pagina Facebook “Jazz&Food Feltre”.
Inizio concerto “Sandro Gibellini Trio” alle 21.15. Ticket su www.centrodimusicaunisono.com o la sera stessa. 15 euro + 3 prevendita, 20 euro la prima fila.

Per la parte food e drink è previsto un biglietto a parte, 15 euro comprensivi di buffet e due bibite.

Share

Comments are closed.