Sunday, 15 December 2019 - 05:04
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Alessia Veggo, studentessa vicentina, incoronata alla 13ma edizione del Gran ballo viennese di Roma

Ott 20th, 2019 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Alessia Veggo e Simone Rizzo

Se una favola potesse prender vita, il Gran Ballo Viennese di Roma ne sarebbe senza dubbio la rappresentazione più reale. L’orchestra dal vivo che suona il valzer, gli abiti fiabeschi, la sala da Ballo del maestoso St. Regis Rome, ma soprattutto l’emozione unica delle giovani principesse e dei loro cavalieri.

Tutti questi gli elementi di una fiaba senza tempo che ha preso corpo ieri sera nella XIII edizione del Gran Ballo Viennese di Roma. Molte le rappresentanze austriache presenti alla serata: Marcus Schober, Rappresentante Ufficiale della Città di Vienna; Philipp Kamper, addetto agli Affari Internazionali del Consigliere Comunale Hanke – Gruppo imprenditoriale Economia, finanza, digitalizzazione e affari internazionali; Bernadette Klösch, Viceambasciatrice d’Austria in Italia. Insieme a loro volti noti dello sport e dello spettacolo che hanno aderito anche quest’anno alla prestigiosa manifestazione: dai ballerini di Ballando con le Stelle, Raimondo Todaro con la bellissima moglie Francesca Tocca, Stefano Oradei, Anastasia Kuzmina in uno stupendo abito azzurro, lo schermidore Stefano Pantano, accompagnato dalla moglie Lucia, l’attore Brice Martinet con la moglie Elena Falbo e Umberto Gaudino, ballerino di Amici di Maria De Filippi vincitore del Premio Vindobona. Non poteva mancare un pizzico di sangue blu, tra i graditi ospiti: Donna Victoria Torlonia e Don Giulio Torlonia, Erika Emma Fodrè, Contessa di San Miniato.

File rouge di questa edizione, il recupero di valori ormai dimenticati che Elvia Venosa, ideatrice e organizzatrice del Gala Charity sin dal 2007 ha voluto ribattezzare, “la battaglia delle mamme”: Organizzo da 13 anni il Gran Ballo Viennese di Roma, da molti considerato un evento mondano e anacronistico, ma non è così, perché questo Ballo ha uno scopo sociale ben preciso, dare la possibilità a giovani ragazze moderne, di riscoprire valori ed emozioni che sembrano non appartenere al loro mondo e che invece riescono a cambiargli la vita, in una sola settimana. Per questo voglio ringraziare tutte le mamme che si sono unite a me in questa battaglia per regalare ai nostri ragazzi il diritto di poter sognare un mondo migliore, un luogo dove ritrovare le vere emozioni.

Le splendide ragazze che hanno partecipato a questa edizione arrivano un po’ da ogni parte d’Italia: Veneto, Lombardia, Lazio, Campania, Basilicata, Puglia, Sicilia, Sardegna, fino a varcare i confini nazionali dal lontano Regno Unito. Le giovani protagoniste della cerimonia d’apertura sono state accompagnate, in questa edizione, dagli “Ufficiali Allievi dell’Accademia della Guardia di Finanza”. Dopo una serata ricca di emozioni è stata svelata la coppia che rappresenterà l’Italia all’Opernball di Vienna, trasmesso tutti gli anni in mondovisione dall’Opera di Vienna.

Quest’anno al prestigioso evento austriaco parteciperà la coppia formata da: Alessia Veggo, la giovane studentessa universitaria, di 19 anni, della provincia di Vicenza al fianco dell’Allievo Ufficiale Simone Rizzo. Per la serata le ragazze hanno indossato abiti ideati per l’occasione dallo stilista Gianluca Giotta e realizzati dall’azienda pugliese: Giotta Spose. La bellezza delle giovani partecipanti è stata esaltata dal make-up realizzato da Pablo e dal suo staff, make-up artist Gil Cagné. Acconciature a cura di Diana Parrucchieri.

La manifestazione unisce cultura, tradizione e solidarietà e, proprio grazie ai suoi obiettivi ed ai progetti sociali realizzati, ha avuto il sostegno di importanti organizzazioni quali: Unicef, FFC – Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica, Doppia Difesa, Croce Rossa Italiana, Giovani per L’Abruzzo. La XIII edizione del Gran Ballo Viennese di Roma ha rinnovato il suo impegno di sostenere, “Make-A-Wish Italia Onlus” (www.makeawish.it), per realizzare il sogno di un bambino con patologie gravi o croniche. Un desiderio che si realizza ha il potere di migliorare la qualità della sua vita, di renderlo più forte nella sua battaglia contro la malattia e ritrovare gioia e speranza. “Make-A-Wish Italia Onlus” è un’organizzazione non profit che realizza i desideri di bambini e ragazzi di età compresa tra i 3 e i 17 anni, colpiti da gravi malattie. Presente in 50 Paesi, nei 5 continenti e, in Italia, ha realizzato dal 2004 più di 1600 desideri.

Come ogni anno numerose performance hanno seguito la premiazione: un’emozionante esibizione di Umberto Gaudino, in coppia con la bravissima Louise Heise. Molto attesa la coreografia realizzata dai ballerini dell’Accademia Nazionale di Danza. La magia dei Balli Viennesi è stata accompagnata dall’orchestra giovanile Pueri Symphonici diretta dal Maestro Lorenzo Lupi.

Per la XIII edizione non poteva mancare l’assegnazione del prestigioso Premio Vindobona ad artisti e professionisti di fama italiana e internazionale per i meriti conseguiti durante la loro carriera: Premio Vindobona 2019 a Umberto Gaudino, per aver dimostrato durante la sua carriera, nonostante la giovane età, di essere un grande professionista esperto di ballo latino. Un valido esempio di valori per le nuove generazioni con una grande capacità interpretativa e di comunicazione attraverso la danza. Premio Vindobona 2019 ad Alberto Urso, per aver contribuito con la sua arte canora ad avvicinare ed appassionare le nuove generazioni al canto lirico; e per essere portatore di valori autentici e positivi per i giovani.

Il Gran Ballo Viennese di Roma si svolge con il Patrocinio della Città di Vienna, l’Ambasciata D’Austria e il Patrocinio della Regione Lazio.

Share

Comments are closed.