Sunday, 15 December 2019 - 04:49
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

La Luiss arriva a Belluno. Massaro: “Palazzo Bembo sempre più palazzo della cultura e del sapere”

Ott 15th, 2019 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Cronaca/Politica, Prima Pagina

Jacopo Massaro

La Luiss Business School apre a Belluno: il capoluogo dolomitico diventerà l’Hub Veneto delle Dolomiti, il polo del Nord Est dell’alta formazione, consulenza e ricerca applicata nell’area del business e management rivolto alle imprese presenti sul territorio.
Belluno diventa quindi la terza città italiana, dopo Roma e Milano, ad ospitare i corsi della LUISS, prima scuola di alta formazione italiana ad essere entrata nel Global Business School Network (Gbsn), rete che vanta le principali realtà mondiali del settore.

Entusiasta per il risultato ottenuto il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro: «Questo è il frutto di un grande lavoro di squadra, che ha visto come capofila Confindustria Belluno Dolomiti, alla quale vanno i miei complimenti e ringraziamenti. – commenta Massaro – Come Comune di Belluno, abbiamo sin da subito messo a disposizione del progetto Palazzo Bembo, ormai sempre più “palazzo della cultura e del sapere”: in alcune delle numerose stanze dell’edificio, troveranno spazio i corsi della LUISS, il museo archeologico, le attività di InLab, a cui l’arrivo della Luiss è strettamente collegato, e alcune iniziative della rete di partner di questi progetti, dalle Università di Bologna e Ca’ Foscari fino all’Istituto Universitario Salesiano di Venezia – Iusve e Confindustria».
«Belluno incrementa le proprie eccellenze: – conclude il primo cittadino –eccellenza ambientale, della sicurezza, del sociale, recentemente anche dell’educazione e ora dell’alta formazione. Si completa un quadro che accresce la qualità della vita dei cittadini del nostro territorio, ma si rafforzano anche le conoscenze e le capacità delle risorse umane per le nostre aziende. Questi corsi sono anche uno strumento contro lo spopolamento: saranno infatti un richiamo per i nostri giovani che negli anni hanno lasciato la provincia per seguire l’università nelle città della pianura, e che ora potranno terminare il proprio percorso di studi con attività di altissimo livello proprio a Belluno».

Con Confindustria Belluno Dolomiti e il Comune di Belluno, al progetto Luiss hanno collaborato il Comune di Feltre, la Provincia di Belluno e il Consorzio Bim Piave.

Share

Comments are closed.