Wednesday, 16 October 2019 - 17:05
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Vertigini Festival. Venerdì prima serata all’Hangar 11 ex Caserma Piave di Belluno

Set 17th, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Venerdì 20 settembre sarà la prima di tre serate di Vertigini, festival di arti performative organizzato da SlowMachine all’interno di Hangar11, un ex hangar militare in via di riqualificazione presso l’ex-caserma Piave di Belluno.
La serata si compone di due lavori, il primo alle 21:00 tra il teatro, la performance e il documentario di Filippo M. Ceredi “Between me and P.” e il secondo, alle 22:30, la performance sonora “Rudimenti” di Enrico Malatesta.

È ancora possibile abbonarsi alle tre serate scrivendo a biglietteria@slowmachine.org.

Lo spettacolo “Between me and P.” di Filippo Michelangelo Ceredi, è un progetto tra teatro, performance e il documentario, un lavoro autobiografico che nasce dalla radicale esigenza di riappropriazione di una storia famigliare.
Pietro sparì volontariamente nel 1987 all’età di 22 anni, senza lasciare tracce. Dopo venticinque anni Filippo, il fratello minore, ha avviato una lunga ricerca per tentare di avvicinarsi a lui e capire cosa lo portò alla decisione di sparire. La ricerca è un tentativo di portare luce su un’assenza silenziosa e pervasiva, e la sua elaborazione scenica è una possibilità di trasmettere una storia che parla profondamente al presente individuale e collettivo.
Attraverso la penombra e la luce del videoproiettore, “Between Me and P.” crea un dialogo tra i materiali visivi e audio di un archivio, le elaborazioni video dell’artista e la sua presenza scenica. Filippo siede a una scrivania e opera sul computer, lo scanner e sui materiali contenuti in un faldone, mentre il pubblico segue la narrazione attraverso la videoproiezione che riproduce lo schermo del computer. Questa mostra testi che vengono digitati, finestre dell’archivio digitale, file audio e video che contengono fotografie scattate da Pietro, testimonianze rilasciate da amici e parenti, riprese e montaggi dell’artista in scena. Un ritratto di Pietro è tracciato passo dopo passo, emergono aspetti divergenti della storia e la decisione di lasciarsi tutto alle spalle diventa più leggibile.
Nel corso della narrazione Filippo dispone sul pavimento oggetti provenienti dall’archivio: stampe d’epoca, libri e altri materiali sono usati per costruire lo spazio in cui proverà, come atto finale di un rituale, a riportare nel corpo ciò che a lungo è stato celato nella quotidianità.

Filippo Michelangelo Ceredi è nato a Locarno nel 1982. Cresce e studia a Milano, dove si laurea in filosofia con una tesi sulla Funzione delle passioni e della violenza nella tragedia greca. Lavora come assistente alla regìa di Marco Bechis nel film Il sorriso del capo (2011), in collaborazione con Istituto Luce, e nella serie web Il rumore della memoria (2014). Assiste Iacopo Patierno nella realizzazione della serie web per il progetto italo-mozambicano Il teatro fa bene (2016) e dirige lavori da videomaker.  Dal 2012 inizia una formazione teatrale seguendo i laboratori del Teatro delle Moire e lavorando come tecnico per progetti teatrali. Nel 2016 debutta a Danae Festival con Between Me and P., presentato successivamente a Santarcangelo Festival 2017.

Alle 22:30 sarà il momento di “Rudimenti” di Enrico Malatesta, una performance sonora per strumenti a pelle e dispositivi di playback.
Enrico Malatesta, (1985). Percussionista e ricercatore indipendente attivo in ambiti sperimentali posti tra musica, performance e indagine territoriale; la sua pratica esplora la relazione tra suono, spazio e movimento e la vitalità dei materiali con particolare attenzione alle superfici, alle modalità di ascolto e alla definizione di informazioni multiple attraverso un approccio ecologico e sostenibile allo strumento percussivo. La sua pratica esplora le relazioni tra suono, spazio e movimento con particolare attenzione alle modalità di ascolto, alle affordances degli strumenti e al poliritmo, inteso come definizione di informazioni multiple attraverso un approccio ecologico e sostenibile all’atto percussivo. Presenta il proprio lavoro in Italia, Europa, Nord America, Giappone e Corea del Sud, partecipando a importanti festival di musica contemporanea e arti performative.
Tra le principali collaborazioni in ambiti multidisciplinari posti tra musica e arti performative si ricordano, Teatro Valdoca e Mariangela Gualtieri, SOCIETAS / Chiara Guidi, Cristina Kristal Rizzo.

INFO
info e prenotazioni:
biglietteria@slowmachine.org / Tel. 328 9252116
Contributi:
(I contributi per le serate andranno a sostenere il progetto di riqualificazione dello spazio Hangar11)
20 e 21 settembre – contributo intera serata 20 €
22 settembre ingresso 15 €
Abbonamento per le 3 serate 45 €
Sottoscrizione tessera soci (necessaria per l’ingresso in Hangar11) 10 €
Per i nuovi soci 1 drink gratis

Hangar11 – SpazioEx (ex-caserma Piave), Via Tiziano Vecellio 82N – Belluno
Hangar11 aprirà alle ore 20:00
www.slowmachine.org
Facebook: SlowMachine/Belluno Miraggi

Share

Comments are closed.