Tuesday, 17 September 2019 - 04:31
direttore responsabile Roberto De Nart

Fulcis, S.Pietro e Auditorium: l’inizio di stagione della Miari

Set 11th, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Una nuova rassegna al Fulcis, un concerto a San Pietro e l’iniziativa “Scuola Aperta” riempiono di musica il weekend bellunese.

Auditorium di Belluno, sede della Scuola di musica Miari

Con la riapertura delle iscrizioni (fino al 27 settembre) per l’avvio dell’anno scolastico 2019/2020, la Scuola Comunale di Musica “Antonio Miari” di Belluno è lieta di presentare alla Città i colori degli strumenti musicali nella prestigiosa cornice di Palazzo Fulcis. Nasce così la nuova rassegna “Strumenti in Mostra – Concerti al Museo” che vede protagonisti non solo affermati interpreti del panorama musicale ma anche giovani e talentuosi esecutori che già sono pronti a calcare il palcoscenico.

Due dei quattro concerti in programma sono resi possibili grazie alla collaborazione del Conservatorio di Musica “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto (Treviso), da un anno ente gestore della “Miari” tramite un accordo di convenzione con il Comune di Belluno. Il primo appuntamento di “Strumenti in Mostra” è in programma venerdì 13 settembre alle ore 17.30 presso il Salone nobiliare del Fulcis con l’esibizione del duo dissonAnce, composto dai fisarmonicisti Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin. I musicisti presenteranno una rielaborazione dei Contrappunti 1 – 9 de L’arte della fuga (BWV 1080) di Johann Sebastian Bach, modellando la partitura (originariamente senza una precisa destinazione) intorno al profilo del proprio strumento, il quale, grazie alla ricchezza di dinamiche e timbriche, ne diventa un nuovo e sorprendente interprete. Il duo nasce nel 2005 dalla comune sensibilità di voler dare un’identità diversa alla fisarmonica, nota in particolare per il repertorio folclorico. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

La Scuola “Miari” per quindici anni è stata anche un laboratorio di progetti dedicati all’opera e alla musica vocale cameristica e sacra. Un’esperienza molto intensa, grazie al lavoro assiduo della prof.ssa Elena Filini, che ha visto produzioni sacre e liriche, progetti didattici e rassegne sul territorio e nella provincia. È in questo quadro che si inserisce Hieronymus – Musiche per il Colloredo, il concerto dedicato a Mozart alla Chiesa di San Pietro di Belluno di sabato 14 settembre alle ore 20.45. L’evento riunisce alcuni degli ex allievi e degli ex insegnanti che hanno contribuito alla crescita artistica della Scuola. Il Colloredo è stato il primo grande mecenate del giovane Amadeus: una figura controversa, destinata ad avere una grande influenza sulla vita del compositore. Queste le musiche che Mozart scrisse per il Principe Vescovo e che verranno eseguite da La Dominante Baroque consort e il Coro di Stramare diretto da Elena Filini: Kirchensonate in Sol maggiore KV 274, Mottetto Alma Dei Creatoris KV 277 per soli, coro, archi e basso continuo, Divertimento in Fa maggiore KV 138, Missa brevis in Fa maggiore KV 192 per soli, coro, archi e basso continuo. Ingresso libero.

La Dominante Baroque consort, composto da Massimiliano Tieppo (violino), Massimiliano Simonetto (violino), Marilù Barbon (viola), Simone Tieppo (violoncello), Daniele Carnio (contrabbasso) e Michele Geremia (organo e cembalo), è un gruppo strumentale italiano specializzato nell’esecuzione di musica barocca su strumenti d’epoca. I suoi membri, cresciuti tra le aule dello “Steffani”, si sono formati in importanti complessi.

Il coro di Stramare nasce nel 2008 per iniziativa di Mariano Lio. L’incontro nel 2010 con Elena Filini e il suo entourage di musicisti ha definito le caratteristiche attuali del coro.

Inoltre sabato 14 settembre, dalle 15.00 alle 18.00, presso la sede della Scuola “Miari” (via Tomaso Catullo 2, Belluno) si terrà il primo appuntamento de “Il giro degli strumenti”, iniziativa che rientra nell’ambito di “Scuola Aperta” con cui tradizionalmente vengono aperte le porte di Palazzo Auditorium al pubblico. Bambini, giovani e adulti avranno la possibilità di conoscere i corsi e le attività della Scuola.

Share

Comments are closed.