13.9 C
Belluno
sabato, 28 Marzo, 2020
Home Cronaca/Politica Autonomia negata. Ciò che non è passato col governo giallo-verde Zaia lo...

Autonomia negata. Ciò che non è passato col governo giallo-verde Zaia lo ripropone al ministro giallo-rosso Provenzano: “Basta meline. Pronto a firmare un documento che spazzerà gli alibi”

Luca Zaia – Presidente della Regione del Veneto

Venezia, 11 settembre 2019 – Zaia ci riprova. Era andata buca con i suoi del precedente governo 5Stelle-Lega, ora la palla passa al neo governo giallo-rosso 5Stelle-Pd. E commenta così le dichiarazioni rilasciate dal ministro per il sud Giuseppe Provenzano alla trasmissione “Circo Massimo” su Radio Capital.  “Questa storia che l’autonomia spacca il Paese è l’alibi perfetto per non entrare mai nel cuore del tema, cioè le maggiori competenze da dare ai territori che le chiedono rispettando la Costituzione, come ha fatto il Veneto fin dall’inizio del suo cammino autonomista. Se vogliono, da domani siamo pronti a firmare un documento dove si affermi che unità nazionale, coesione, sussidiarietà e solidarietà sono prerequisiti indispensabili dell’autonomia, perché così detta la Carta Costituzionale. Così sgomberiamo definitivamente il campo da chi usa, a sproposito, questi argomenti per non far procedere il negoziato”.

“Vogliamo andare oltre questa melina?  – prosegue Zaia – Diamo per assodato, e scriviamolo nero su bianco, che senza questi prerequisiti l’autonomia non può esistere. Io sono pronto a firmare, ma subito dopo tutti, dal presidente del Consiglio in giù, smettano di perdere tempo con questi argomenti buoni solo a spostare in là decisioni concrete e si rendano disponibili a discutere di autonomia vera, cioè delle materie che i territori hanno diritto
ad avere. Senza che si dimentichi – ricorda Zaia – che non parlo per me, ma a nome di 2 milioni 380 mila veneti che hanno votato sì all’autonomia in un referendum ufficiale con tanto di quorum”.
“L’autonomia senza coesione nazionale – conclude il governatore del Veneto – non è autonomia. Lo dice la Costituzione. Si eviti quindi di disperdere tempo in discussioni furbesche ed esclusivamente dilatorie e si parli di competenze da dare ai territori. La pazienza è tanta, ma basta meline, perché tanto, troppo tempo è già passato”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Videoconferenza tecnica in Prefettura sulle nuove norme e le sanzioni

Si è tenuta oggi, in videoconferenza, una riunione tecnica di coordinamento presieduta dal Prefetto, Adriana Cogode, alla quale hanno partecipato i vertici delle Forze...

Avviata la sanificazione di strade e piazze. Nei prossimi giorni sarà estesa a tutta la provincia

È partita venerdì mattina la sanificazione di piazze, strade e marciapiedi coordinata dalla Provincia di Belluno. Un’operazione necessaria per contenere il rischio di contagio...

L’impatto della pandemia sul settore alberghiero del Triveneto

L’analisi di Zara&Partners sull’impatto dell’emergenza Covid nel settore dell’hotellerie del triveneto: per le 804 società di capitali, nello scenario peggiore, cresce del 77% la...

Nordafricano spacciava droga spostandosi da un supermercato all’altro

Belluno,  marzo 2020  -  Continuano i controlli delle “volanti” della Questura di Belluno per contenere l’emergenza Covid-19. Nel tardo pomeriggio del 24.03 una pattuglia...
Share