Tuesday, 17 September 2019 - 04:34
direttore responsabile Roberto De Nart

Le hot rod americane di American Graffiti sulla spiaggia di Caorle

Set 8th, 2019 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina, Sport, tempo libero

Per alcuni sono ritenute vere e proprie opere d’arte moderna. Le hot rod, le auto americane degli anni ’30 e ’40 salvate da morte certa degli sfasciacarrozze, modificate nella meccanica e nell’estetica, hanno data vita alla due giorni Roll‘n Flat Beach Race 2019 che si è svolta a Caorle venerdì e sabato, nella Spiaggia di Levante a Falconera. Una spettacolare rievocazione con gara di auto e moto d’epoca americane arrivata alla 7ma edizione con 300 equipaggi provenienti da 13 nazioni. Alla gara “Ottavo di miglio”, 201 metri sulle due corsie di sabbia fronte mare potevano accedere solo auto americane pre’ 60 (Ford, Chevrolet, Cadillac, Dodge, Mercury…), con meccanica full americana pre ’80; Hot Rod, Custom Cas. Motorcycle pre ’65; originali e Cafe Racer.
L’atmosfera che si respirava era quella dei grandi raduni internazionali, in una scenografia che ricordava quella dei film Happy days e American Graffiti. Il tutto con una diversificata offerta food & beverage della gastronomia italiana, frittura di pesce, panini gourmet, carni allo spiedo, pizze e kebab veneto accompagnati da birra e bollicine. Oltre al live show con DJ set, gruppi musicali, spettacoli di burlesque, hula hoop e altri esibizioni di artisti circensi a sorpresa.
Agli appassionati del settore non possono essere sfuggiti alcuni pezzi di “rat rod”, un filone delle hot rod sviluppatosi a partire dagli anni ’70 e poi nel 1987 dall’idea di Jim “Jake” Jacobs, che realizzò una hot rod con scarti della sua officina. La filosofia delle “rat rod” era la cura della parte funzionale dell’auto, quindi meccanica e motore, senza curare l’aspetto estetico. Le carrozzerie erano lasciate arrugginire o con evidenti segni pregressi di bruciature e ammaccature. A raccontarne le vicende fu il giornalista Tom Wolfe, che ne riconobbe l’importanza nella cultura popolare nel suo libro del 1965 The Kandy-Kolored Tangerine-Flake Streamline Baby. (rdn)

 

Share

Comments are closed.