Tuesday, 17 September 2019 - 05:17
direttore responsabile Roberto De Nart

VIZArt: domani il via. Alle 16 il concerto di Corinna Canzian. In arrivo da Rovigo 20 ragazzi per la preparazione del percorso

Set 6th, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Corinna Canzian (Foto ©francescofratto)

Prenderà ufficialmente il via domani, sabato 7 settembre, VIZArt, la rassegna di arte e musica che dal 7 al 14 settembre animerà la “Viza da fabrica” nel bosco di Valgrande, a Comelico Superiore.

Ad aprire l’iniziativa, sarà il concerto solista di Corinna Canzian, violinista nota a livello nazionale e internazionale; in caso di maltempo, lo spettacolo, previsto all’anfiteatro naturale di VIZArt del bosco di Valgrande, si terrà al Museo Algudnei di Dosoledo; confermato alle 16.00 l’orario di inizio dello spettacolo.
Il programma dell’esibizione “Voci antiche e nuove” prevede l’esecuzione di pezzi di Sciarrino (3 capricci per violino solo), J. S. Bach (Partita in re minore BWV 1004 ) e Anonimo armeno (Havun Havun).
La musica sarà protagonista anche dell’aperitivo con gli artisti, in programma mercoledì pomeriggio alle 17.30: ad esibirsi, due dei migliori allievi del Workshop di Violino 2019 tenuto dalla stessa Canzian, sostenuti da una borsa di studio del Gruppo di Ricerche Culturali Algudnei.

Sono attesi intanto in queste ore i venti ragazzi della terza liceo linguistico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Primo Levi” di Badia Polesine, a Rovigo: l’istituto aderisce al progetto “Scuole in rete outdoor”, che coinvolge una ventina di scuole tra Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Toscana, e che vede impegnati i ragazzi in attività sul territorio.
In Comelico, l’iniziativa è realizzata in convenzione con l’Unione Montana e in collaborazione con il Cai Val Comelico: i giovani rodigini saranno impegnati nella manutenzione dei sentieri del Bosco di Valgrande e in altre attività, come la realizzazione di strutture per l’anfiteatro naturale, sempre nel rispetto dell’ambiente. Già lo scorso giugno il Comelico era stato protagonista di un intervento di una delle scuole aderenti alla rete Scuole Outdoor, il Liceo “Duca degli Abruzzi” di Treviso.

Prosegue intanto l’allestimento per il lavoro degli otto artisti impegnati nella realizzazione del percorso di land-art: in questi giorni, si sono infatti completate le operazioni di recupero e trasporto del legname schiantato della Val Visdende, che sarà la materia prima per le installazioni degli scultori. Grazie alla collaborazione della locale ditta di trasporti Doriguzzi Mario, hanno raggiunto ieri le postazioni di Valgrande circa 40 metri cubi di legname, destinato a trasformarsi in questi giorni in vere e proprie opere d’arte sul tema della rinascita, grazie anche al lavoro di La Segheria Mobile del Ticino – Boratt Petrolo che sarà presente nei giorni di domani e domenica e che si occuperà del taglio del legname per le opere e gli allestimenti.

Share

Comments are closed.