Tuesday, 17 September 2019 - 10:30
direttore responsabile Roberto De Nart

Ricalcolo degli interessi pagati. Il Tribunale di Milano riconosce un credito di oltre 116mila euro del cliente nei confronti della banca

Lug 29th, 2019 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

Nuovo grande successo ottenuto da un’azienda seguita in causa dai professionisti della Martingale Risk. La sentenza favorevole è stata pronunciata dal Tribunale di Milano lo scorso 16 luglio.

Il cliente – un’azienda lombarda operante nel campo della produzione di componenti meccanici – ha ottenuto la vittoria in giudizio. Il ricalcolo ordinato dal giudice ha riconosciuto l’esistenza di un credito dell’azienda nei confronti della Banca pari ad Euro 116.179,93.

La vicenda
La vicenda ha riguardato i rapporti di conto corrente, risalenti al 1994, intrattenuti dal cliente con una Banca nazionale. Dopo la chiusura del conto, il cliente ha contattato Martingale Risk per verificare la correttezza e la regolarità degli interessi pagati alla Banca negli anni.

Dall’analisi svolta dai periti della Martingale Risk, è emersa l’assenza di un qualsivoglia contratto di apertura di conto corrente, oltre all’applicazione illegittima delle commissioni di massimo scoperto e di interessi anatocistici.

Il giudice ha confermato in primo luogo la mancata produzione da parte della Banca del contratto di apertura del conto contenente le principali condizioni economiche applicabili al rapporto. Da ciò deriva la nullità del contratto per il mancato rispetto della forma scritta ad substantiam ai sensi dell’art. 117 T.U.B.

In secondo luogo, per quel che concerne l’applicazione di interessi anatocistici, la perizia redatta dal CTU del Tribunale ha confermato l’illegittima capitalizzazione degli interessi. Stessa sorte per l’applicazione delle Commissioni di Massimo Scoperto, non validamente pattuite.

Per tutti questi motivi, il saldo del conto corrente oggetto di vertenza è stato ricalcolato al 31.12.2013 (data dell’ultima operazione annotata in conto) ed è risultato un credito dell’azienda nei confronti della Banca.

Pertanto, il giudice ha condannato l’Istituto di credito alla restituzione in favore dell’attrice della somma di Euro 116.179,93 oltre al pagamento delle spese di giudizio, liquidate in complessivi Euro 12.678,00.

 

Share

Comments are closed.