Tuesday, 17 September 2019 - 10:58
direttore responsabile Roberto De Nart

Lago Film Festival di Revine Lago: la giuria. Il programma di venerdì 26 luglio

Lug 25th, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Cultura e spettacoli, tempo libero, benessere, fuori provincia

Ottavo giorno del Festival ed è ora di conoscere da vicino la giuria del
progetto L.O.S.T, Lago Original Soundtrack e la giuria Internazionale.
Grandi artisti che presenteranno i loro lavori e con i quali si potrà
chiacchierare fino all’alba.
Iniziano anche le prime premiazioni: questa sera quella di Effetto
Farfalla, concorso video per giovani ragazzi

Prosegue Lago Film Fest e la masterclass TUNING IMAGES MASTERCLASS: TRA COLONNA SONORA E SOUND DESIGN, iniziativa inserita all’interno di L.O.S.T., Lago Original Soundtrack, macroprogetto che offre al pubblico l’opportunità di approfondire la sinergia tra
musica e cinema. Venerdì 26 luglio alle ore 21.00 in riva del lago di Revine Lago verrà presentata la giuria che avrà il compito di premiare il cortometraggio con miglior colonna sonora e miglior sound design tra quelli proposti nella sezione Nazionale. Lago Film Fest ha l’onore di presentare:

FEDERICO SAVINA
Presidente di giuria
Nato a Torino nel 1935, inizia la sua attività nel campo della registrazione sonora e di ricerca negli anni ’60 a Roma. Successivamente trasferisce la sua attività di fonico freelance negli studi Davout di Parigi e CTS Wembley di Londra, collaborando con alcuni tra i migliori registi e musicisti (Fellini,
Antonioni, Visconti, Morricone, H. Bernstein). Da più di 20 anni è docente per le Lavorazioni di Suono presso la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia – Scuola Nazionale di Cinema di Roma
e collabora con la Sezione di Animazione di Torino per la realizzazione del lavori di Diploma. Conduce laboratori avanzati periodici di musica per film, ed è responsabile dell’ufficio tecnico allestimento e
conduzione delle sale di proiezione presso la Biennale di Venezia in occasione del Festival del Cinema.

JOHANN MERRICH
Organizzatrice di suoni, Johann Merrich si occupa di ricerca e sperimentazione elettronica. I suoi progetti in solo ed ensemble – presentati a Santarcangelo Festival (2018) e alla Biennale D’Arte di
Venezia (Padiglione Francia, 2017) – sono stati accolti come opening da artisti quali Zu, Teho Teardo, Mouse on Mars, Roedelius ed Evan Parker. Direttore artistico della netlabel electronicgirls, dal 2018 fa parte assieme a Eeviac de L’Impero della Luce, duo dedicato alle sonorità dei campi elettromagnetici.
Nel 2019 ha pubblicato per Arcana Edizioni il libro “Breve storia della musica elettronica e delle sue protagoniste”. A partire dal mese di maggio 2019, proporrà per musicaelettronica.it una nuova visione
della storia della musica elettronica.

STEFANO LENTINI
Stefano Lentini (1974) è un compositore polistrumentista romano, scrive colonne sonore per cinema e televisione. Noto per la collaborazione alla colonna sonora del film The Grandmaster di Wong Kar
Wai, candidato a due premi Oscar, è uno dei due compositori Italiani insieme a Ennio Morricone ad essere rappresentato dall’agenzia hollywoodiana The Gorfaine/Schwartz Agency accanto a nomi
come Max Richter, John Williams, Thomas Newman. Ha firmato le musiche delle due stagioni della serie Rai La Porta Rossa (candidato come Best Soundtrack e Best Song for Film al Festival Fimucinema 2017), Braccialetti Rossi 1/2/3 (serie candidata agli International Emmy Kids Awards e
Premio Berenice come Miglior colonna sonora per la tv), Taranta on the Road (Miglior colonna sonora a Le Ciliegie del Cinema Italiano), Bakhita, El Maestro, Maresia, The Ballerina. Il suo ultimo lavoro
discografico Fury è stato definito come “un viaggio nei lati più oscuri della mente umana” (Rolling Stone), una “narrazione spirituale” (Rumore), “potenza creativa” (Classic Rock), “un nirvana orchestrale” (Prog).

NICOLA TESCARI
Ha conseguito un doppio master in composizione e direzione d’orchestra presso il New England Conservatory. Dopo quattro anni di studio sotto l’ala di direttori d’orchestra e compositori del calibro di Luciano Berio e György Ligeti, sceglie di tornare in Europa e dedicarsi definitivamente alla
composizione. Lavora quindi con registi quali Cristina Comencini, candidata all’Oscar, Carlos Saura e Valeria Golino, vincitori al Festival di Cannes. In veste di pianista, ha accompagnato artisti quali Madonna, Sting e Rufus Wainwright e ha condiviso il palco con Katia e Marielle Labèque e la violinista Viktoria Mullova. Nel 2012 è stato candidato ai Grammy Awards per l’arrangiamento orchestrale di Moon Over Bourbon Street per Sting. Oltre a comporre colonne sonore, Nicola Tescari ha anche
prodotto e collaborato con diversi artisti pop tra cui Lester Bowie, Raphael Gualazzi e Caparezza.
Tiene corsi di musica per film con cadenza biennale presso la Scuola Holden di Torino.

SARA LORENI
Sara Loreni è una performer e cantautrice italiana, ha esordito con l’ep “loop solo” (2012) presentato da Rockit, a cui è seguito “Mentha” (Maciste Dischi, 2015). Nel 2017 la sua cover di “Labirinto” di Cristina Donà è uscita nell’album Tregua 1997 – Stelle buone 2017. Precedentemente ha vinto il
Premio Ciampi e il Premio MEI e Regione Emilia Romagna “Musica libera. Libera la musica”. Le sue performance sono caratterizzate dall’utilizzo di strumenti elettronici come loop station – con cui tratta ed armonizza le voci – drum machine e synth. Il sound che ne deriva è un contrasto fra
morbidezza e marzialità il cui equilibrio si situa fra l’essere delicato e l’essere travolgente. Ha suonato in tutta Italia e all’estero partecipando anche al “Moon in June” sul palco con Gary Lucas (coautore e
chitarrista di J. Buckley), a “Stazioni Lunari” con Cristina Donà, Paola Turci e Ginevra Di Marco, alla festa del primo maggio in Piazza Maggiore a Bologna, a TEDx Reggio Emilia, al Festival della Letteratura e nel 2016 è stata convocata da Vinicio Capossela per il tour estivo. Diverse le esperienze
in TV: nel 2015 ha partecipato alla IX edizione di X Factor decidendo di abbandonare la trasmissione dopo essere stata ammessa agli Home Visit, è stata ospite musicale di “Quelli che il Calcio” condotta da Nicola Savino su Rai Due nonché ospite musicale fissa di Beati Voi in onda su TV2000.
Attualmente sta perfezionando gli studi al Conservatorio “A. Boito” e sta lavorando al nuovo disco.

MAX VIALE
Videomaker, sound designer, compositore musicale è tra i fondatori (1999) di Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo, band all’attivo con varie produzioni discografiche e live tour (1999-2010), sonorizzazioni, musiche di scena, colonne sonore per documentari e film. Con la band compone la
prima colonna sonora originale per un lungometraggio nel 2002 (Il segreto del successo di M.Martelli). Nel 2004 collaborano alla soundtrack del film A/R di Marco Ponti. Dal 2009 gestisce Gatto Ciliegia vs il G.F. come collettivo musicale per le composizioni delle soundtrack dei film:
Cosmonauta (S. Nicchiarelli, 2009); Bar Sport (M. Martelli, 2011); La scoperta dell’alba (S. Nicchiarelli, 2012); Per tutta la vita (S. Nicchiarelli, 2013, sul set nella parte di Max dei Gatto Ciliegia); NICO, 1988
in cui oltre ad essere autore (con C. Alati e G. Della Torca) della soundtrack è organizzatore della produzione musicale sul set e interprete nella parte di Max Davies, musicista della band di Nico (S. Nicchiarelli, 2017). Come sound designer e compositore di musica elettronica ha prodotto musiche di
scena per diversi spettacoli teatrali e collabora a progetti di sonorizzazione live con Stefano Maccagno (pianista, direttore d’orchestra,compositore ufficiale Museo Nazionale del Cinema di Torino). Gatto Ciliegia per la soundtrack di Nico, 1988 (edita in vinile dalla label italiana 42records per
il catalogo 35mm) ha ottenuto la candidatura ai David di Donatello (miglior musicisti) e ai Nastri d’Argento (miglior musica) 2018. Docente di suono/sound design alla Civica Scuola di Cinema
Luchino Visconti (Milano), dal 2018 è membro/giurato dell’Accademia del Cinema Italiano e socio ACMF (Associazione Compositori Musiche per Film).

LORENZO TOMIO
Musicista, compositore e sound designer, lavora per il cinema, il teatro e la televisione. Due volte in cinquina ai Jerry Goldsmith Awards, ha scritto, tra gli altri, la colonna sonora dei film Succede di Francesca Mazzoleni, Omicidio all’italiana di Maccio Capatonda, Piuma di Roan Johnson (Venezia
73°), e dei documentari Bellissime di Elisa Amoruso e The writer with no hands di William Westaway.
È cofondatore dell’ensemble di musica contemporanea L’arsenale, con il quale si esibisce regolarmente.

GIULIO RAGNO FAVERO
Giulio Ragno Favero è un musicista e produttore discografico. Bassista e chitarrista de Il Teatro degli Orrori e One Dimensional Man, e produttore artistico e fonico per ZU, Marina Rei, Appino, Bachi da Pietra, Management del Dolore Post Operatorio, Fast Animal Slow Kids e molti altri. Attualmente in tour con I Hate My Village come fonico di sala. Ha musicato per il teatro il reading “Eresia” con Pierpaolo Capovilla, testi di Vladimir Majakovskij. Attualmente impegnato come docente per la Master Class Sound By Side, che vede la partecipazione, tra gli altri, di fonici di fama Internazionale come
Steve Albini e Sylvia Massy.
Alle 21.40, sempre in riva del lago, sarà invece l’ora di conoscere la Giuria Internazionale di quest’anno composta da:

CLAUDIO DI BIAGIO
Classe 1988, regista autodidatta e nativo digitale. Nel 2011 dirige Freaks, la prima webseries italiana, e Andarevia, prodotto da Rai Cinema; continua poi la regia nel web con MSC, Pringles, Sky, Warner Bros, HBO. Nel 2013 dirige Vittima degli eventi, film su Dylan Dog prodotto con il crowdfunding. Dirige
e scrive Lontana da Me, teendrama Palomar e Rai Fiction, nonchè spot per Rai, Pornhub, Fox, Sky, Columbus Assicurazioni. È autore e speaker del programma di Radio2 Meanzianoyoutubers dal 2016.
Nel 2018 è il regista della prima stagione di 4 Hotel con Bruno Barbieri. Netflix, Mini, Microsoft e 20th Century Fox collaborano con lui per progetti audiovisivi di cui è regista, autore e interprete. Scrive e pubblica per Rai Eri Si Stava Meglio, il suo primo libro.

HANNALEENA HAURU
Hannaleena Hauru è una regista e sceneggiatrice finlandese. Il suo primo lungometraggio Thick Lashes of Lauri Mäntyvaara viene sviluppato al Torino Film Lab e al Cannes Cinéfondation Residency
ed è presentato in anteprima internazionale all’edizione 2017 del Torino Film Festival. Prima d’allora, i corti di Hannaleena erano stati premiati alla Settimana Internazionale della Critica del festival di Cannes e, tra gli altri, ai festival di Oberhausen, Tampere e Uppsala. Portando in tour i suoi corti, ha
scoperto che il vero incoraggiamento a continuare la sua carriera sono le discussioni dirette con il pubblico. Nel 2010 ha fondato l’International Random Film Festival, che seleziona, inserisce in programma e premia film a caso tra quelli presentati in concorso. Hannaleena lavora anche come
regista teatrale. È attualmente in visita a Lago con il suo collega regista Lasse Poser nel quadro di una collaborazione italo-finlandese per una pièce teatrale basata su un romanzo di Marguerite Duras che
sarà presentata in anteprima a Tampere, in Finlandia, nel 2020.

DANIEL MOSHEL
Nato in Germania, attualmente vive e lavora a Vienna. Login2Life (2011) è il suo primo documentario:
trasmesso in prima visione su ZDF, emittente della televisione tedesca, ha poi successo presso i festival ed è comprato da diversi canali tv. MeTube (www.metube.at) è il suo primo video musicale classico, un omaggio a migliaia di ambiziosi utenti e vlogger di YouTube. A un anno dalla
pubblicazione sul web il video ha già più di un milione di views, ha partecipato a più di 300 proiezioni nei festival (tra cui il Sundance) e ha vinto più di 30 premi. Nel 2014 Daniel Moshel è inoltre uno dei 4
registi creatori di House of Love, show televisivo di ZDF. Nel 2016 MeTube 2 è presentato al Sundance Film Festival ed ha tanto successo quanto il precedente. Il terzo capitolo è in arrivo.

SIMONE ROVELLINI
Simone Rovellini vive e lavora come regista a Milano. Nel 2013 pubblica C’est la vie, il suo primo cortometraggio, che diventa velocemente virale ed è ripreso da importanti testate italiane e internazionali. Lo stesso anno pubblica su Youtube la serie di video Exploding Actresses,
rielaborazioni comico-grottesche di vecchi film di culto, ottenendo milioni di visualizzazioni. Dal 2014 al 2016 collabora con la rivista Toiletpaper Magazine, e dal 2014 fa parte del collettivo Motel Forlanini,
che si è imposto sulla scena italiana con il progetto musicale M¥SS KETA (UNA VITA IN CAPSLOCK, PAPRIKA). Insieme al collettivo realizza numerosi videoclip e una serie di concerti live in Italia ed
Europa. Oggi lavora come regista nel mondo della pubblicità per sostentare i propri progetti sperimentali.

MARIATERESA SARTORI
Mariateresa Sartori vive e lavora a Venezia. Laureata in Germanistica con una tesi su Freud e la psicologia dell’arte, compie la sua ricerca attorno a tre fulcri tematici: il metodo scientifico empirico, le dinamiche comportamentali, e i rapporti tra suono,musica e linguaggio. Dal 1999 insegna disegno a principianti assoluti applicando il metodo di Betty Edwards, con gli stessi presupposti neuroscientifici che muovono la sua ricerca artistica. I punti di vista che adotta variano da lavoro a lavoro e giungono ad esiti diversi: dal video al disegno, dalla fotografia stenopeica all’opera sonora. Le costanti e non le eccezioni, gli universali e non le contingenze: la tensione verso preme all’artista e non l’utopistico
raggiungimento dell’oggettività.
Verrà riproposto al Vicolo Arco ore 22.30 la Retrospettiva Flatform: tempo e spazio, il focus speciale dedicato al collettivo artistico Flatform, collettivo artistico con sede a Milano e Berlino fondato nel 2006. I lavori di Flatform portano avanti un’idea coerente di cinema che si muove tra video e installazione nel quale il paesaggio, la durata e il suono giocano un
ruolo centrale. In contemporanea, alle ore 22.00 presso il vicolo Sasso, si terrà la premiazione dei vincitori del concorso Effetto Farfalla, concorso aperto a studenti di scuole medie, superiori, università e a ragazzi fino ai 27 anni, chiamati a realizzare dei video che, in modo metaforico o letterale, raccontino storie di effetti farfalla: piccoli gesti dalle imprevedibili conseguenze collettive.
Alle 22.00 come di consueto, al Vicolo Carlettin è previsto il concerto di Lago Live Music con Giovanni Perin 5et. Il giovane vibrafonista italiano, già vincitore di numerosi concorsi a livello internazionale presenta il suo nuovo progetto da band leader: un accattivante connubio di brani originali del promettente vibrafonista ed alcuni standard tratti dal tradizionale
songbook americano arrangiati nuovamente per l’occasione. Un artista poliedrico capace di avvicinare i frenetici ritmi del jazz con una ricerca melodica tipica della cultura italiana per dar luce ad un’armonia di colori ed emozioni cangianti grazie anche ad una sezione ritmica d’eccezione. Ad accompagnarlo giovani astri nascenti della scena jazz italiana che vantano già grosse collaborazioni a livello internazionale.

Share

Comments are closed.