Tuesday, 17 September 2019 - 10:32
direttore responsabile Roberto De Nart

Lago Film Festival. Ballerini volanti sui tetti, le facciate e gli alberi del borgo storico. Danza aerea verticale con la Compagnia öff öff

Lug 19th, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Revine Lago, 19 luglio 2019  –  Nove giorni di incontri, video, workshop, performance artistiche, musica e ospiti illustri in riva al lago. Per vivere un’esperienza unica, sospesa nel tempo, che non si può capire completamente se non vivendola di persona.

Dopo l’inaugurazione di venerdì 19 ci si addentra nel festival alla scoperta di tutto ciò che è stato elaborato in un anno di lavoro e allestito negli ultimi mesi. Il borgo di Lago si è già trasformato e il fermento del team e dei volontari si fa sentire.
La seconda giornata è un modello per tutte le altre: si inizia alle 11.00 con gli incontri con gli autori, un momento nato per dare la possibilità a tutti i membri del team di conoscere gli ospiti del festival e chiacchierare con loro. LFF si nutre infatti dell’entusiasmo di giovani che partecipano al festival mettendo a disposizione le loro competenze e ampliando le loro conoscenze attraverso momenti di condivisione del sapere. LFF è formazione dunque e i
primi appuntamenti di questa seconda giornata ne sono la dimostrazione. Si parte con i workshop di sceneggiatura SCRIVERE SERIE TV con Federico Favot e DALL’IDEA AL TRATTAMENTO, TRAINING CAMP con Massimo Gaudioso, incontri organizzati dalla Scuola Holden che anche quest’anno ha rinnovato la collaborazione con il festival. Si aggiunge il workshop di danza THE LANDSCAPE BODY – WORKSHOP DI DANZA SITE SPECIFIC CON
LAURA MORO, docente di danza contemporanea e composizione cinetica presso Accademia Teatrale Veneta. Sul tema “female vision” Marina Pierri, giornalista televisiva specializzata nell’analisi della rappresentazione femminile e dei meccanismi della citazione, presenterà THE MARVELOUS MRS. MAISEL E LE ALTRE trattando il tema della rappresentazione della figura femminile nelle nuove narrative.
Seguiranno alla sera le proiezioni dei film in concorso divisi nelle consuete sezioni e la seconda parte della proiezione-evento de La Flor del regista argentino Mariano Llinás.
Sempre alla sera, verranno inaugurati: il focus tematico dedicato all’ex-Jugoslavia I LOVE YU – FRAMMENTI D’AMORE DALLA JUGOSFERA, la sezione dei film “dance screening” provenienti dai festival partner e il film SPIRAL JETTY di Robert Smithson, tributo alla sua attività cinematografica indipendente.
Iniziano anche le proiezioni di EFFETTO FARFALLA, iI progetto creato in onore a Tommaso Corazza, prematuramente scomparso nel marzo 2017. Il concorso è stato aperto a studenti di scuole medie, superiori, università e a ragazzi fino ai 27 anni, chiamati a realizzare dei video che, in modo metaforico o letterale, raccontino storie di effetti farfalla: piccoli gesti dalle imprevedibili conseguenze collettive. Il tema di questa terza edizione del progetto è la
Biodiversità.
Quella di sabato sarà anche una serata “spettacolare” poiché Lago accenderà i riflettori sulla compagnia öff öff, direttamente dalla Svizzera, che presenterà per la prima volta al festival una danza aerea verticale dal titolo ZWISCHEN___BÄUMEN. Lo spettacolo è stato progettato per il paesaggio urbano e lacustre di Revine Lago.

 

Share

Comments are closed.