Thursday, 19 September 2019 - 21:14
direttore responsabile Roberto De Nart

Orso M49. Centopercentoanimalisti: l’hanno ucciso!

Lug 16th, 2019 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

Evidentemente in Trentino il libro di Pinocchio non deve mai essere arrivato, quindi gli abitanti di questa Regione non lo devono aver letto dato che bevono tutte le bufale che raccontano i loro politici.

Lo sostiene il Movimento Centopercentoanimalisti in relazione alla fuga dell’orso M49.

Il povero orso, infatti, secondo quanto dichiarato dal presidente della provincia Fugatti, non solo è stato catturato, ma è pure riuscito a scappare dal centro faunistico dei cacciatori di Casteller senza collare.

Secondo noi invece – afferma in una nota il movimento animalista –  il povero orso è stato catturato e ucciso! Senza collare non sarà facile rintracciarlo, così saranno tutti contenti, nessun orso ammazzato, libero e disperso nel bosco, nessuna protesta, nessuna immagine rovinata, speriamo di sbagliarci ovviamente.

Siamo complottisti?

Può essere, tuttavia, in una Nazione dove le menzogne sono all’ordine del giorno, dalla fuga di Kappler in una valigia alla tragedia di Ustica, tanto per fare un paio di esempi, una presa per i fondelli come quella di M49 scappato da un vero e proprio campo di concentramento per gli Animali con tanto di fili elettrici, è un gioco da ragazzi farla passare, soprattutto se supportata dai media.

Ricordiamo ancora una volta che il centro è gestito dai cacciatori, un “piccolo” particolare che spesso sfugge a chi dovrebbe dire o scrivere le cose come stanno. Già ai tempi di Daniza i politicanti di questa Regione avevano raccontato bugie da far arrossire anche Collodi. In Trentino le poltrone vengono sostituite, ma la faccia ipocrita di chi le occupa non cambia. Il destino di M49 era già segnato da tempo, conosciamo bene la strategia.

L’unica “arma” che, non solo gli animalisti, ma che anche tutte le persone sensibili possono usare, è il portafoglio, partendo dalle aziende che portano soldi veri alla Regione, non parliamo di alberghi, ma di servizi che sono alla portata di tutti dove la concorrenza abbonda. Dopo le sedi Emiliane e Lombarde della Locauto, anche la sede di Verona in zona stazione Porta Nuova è stata tappezzata nella notte tra il 15 e 16 luglio. La Locauto è una delle prime sette aziende delle Regione, che lavora soprattutto in tutta Italia ed Europa alla portata di tutte le tasche, il passa parola farà il resto.

Centopercentoanimalisti continuerà le sue azioni contro il Trentino a 360 gradi, dalla prestigiosa fiera dell’artigianato Milanese allo sport, dalle agenzie turistiche ai marchi Trentini. Siamo molto incazzati, molto.

 

Share

Comments are closed.