Sunday, 20 October 2019 - 13:37
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Manovre militari. Bond: “Il Bellunese merita rispetto, dopo Vaia non possiamo bistrattare il territorio”

Lug 12th, 2019 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Spero che il sindaco di Rocca Pietore, Andrea De Bernardin, si unisca alla mia protesta e all’interrogazione parlamentare che farò, anche al Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, perché in una situazione come
quella di quel luogo, martoriato dall’uragano Vaia, e anche con una chiara perdita di interesse turistico, far brillare un ordigno, piccolo o grande che sia, è un dispiacere provocato per l’intera collettività dell’Agordino”.

È quanto afferma il deputato di Forza Italia Dario Bond, in riferimento ai fatti di Saviner di Rocca Pietore, dove nei giorni scorsi sono state fatte detonare alcune cariche esplosive, con conseguente blocco di strade.

“Siamo in piena stagione turistica e Rocca Pietore deve poter rialzarsi dopo quello che è successo con Vaia. Non è tanto la cavetta o la grotta in cui far brillare l’ordigno che gridano vendetta: è il gesto, l’azione. Sono i veicoli speciali che bloccano la strada. È il botto. Dopo una ferita così grave come quella provocata da Vaia, si chiede rispetto, per l’ambiente, per la montagna, per l’Agordino e per tutta la provincia di Belluno. Da parte mia, sarà battaglia”.

Share

Comments are closed.