Monday, 21 October 2019 - 04:22
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Aspetti storici, politologici e giuridici dell’Italia. Il convegno dal 10 al 13 luglio al Centro Papa Luciani di Santa Giustina

Lug 7th, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Dopo l’esperienza positiva del luglio 2017 una nuova iniziativa con il coinvolgimento di varie università vedrà protagonisti studiosi di diverse discipline politologiche, storiche e giuridiche sul tema “Processi, istituzioni e politiche dell’Italia contemporanea” nel corso di un convegno organizzato dal 10 al 13 luglio 2019 presso il Centro Papa Luciani a Santa Giustina (Belluno) grazie al coordinamento di Michelangelo De Donà (Università di Pavia) e Daniele Trabucco (Istituto di Neuroscienze Dinamiche “E. Froom” di Bellinzona).

Daniele Trabucco e Michelangelo De Donà

“Ancora una volta proponiamo nel territorio bellunese un convegno per il dialogo e il confronto su temi diversi. Due anni fa avevamo proposto una riflessione sui beni culturali che portò inoltre a conoscere l’attività svolta dal Carabinieri del Nucleo Tutela Beni Culturali e con la presentazione, in anteprima nazionale, di un volume sulla pittura.

Da questi incontri è nato poi un volume di pregio” dichiarano De Donà e Trabucco che proseguono “naturalmente è un modo per far conoscere e promuovere il nostro territorio anche nel mondo accademico”. Il periodo cronologico individuato per questo nuovo convegno è molto ampio snodandosi dal 1848 ai giorni nostri mentre i temi affrontati interessano l’evoluzione del governo costituzionale, l’ordinamento degli enti locali, le riforme costituzionali (federalismo e regionalismo differenziato), la rappresentanza politica, territoriale o delle competenze, l’amministrazione (nascita della burocrazia e sue caratteristiche), ruolo della Chiesa cattolica, l’Italia in Europa e nel mondo, l’analisi di singole politiche pubbliche. Delle numerose proposte pervenute il comitato scientifico (composto da professori di università italiane e straniere come Francia, Germania, Regno Unito, Spagna, Svizzera), ha selezionato sedici studiosi provenienti da Torino, Como, Milano, Roma, Bologna, Messina, Siena, Padova, Pavia, Pisa, Ferrara, Napoli, Bergamo, Mantova. Si tratta di un’iniziativa che ha avuto il patrocinio delle Università di Siena, Chieti-Pescara (Dipartimento di Scienze Giuridiche e Sociali Centro di Documentazione Europea), Padova (Dipartimento Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali), nonché dello Standing group “Politica e Storia” Società Italiana di Scienza Politica, delle riviste “Diritto Pubblico Comparato ed Europeo” e “Dirittifondamentali.it”, Associazione per la ricerca sulla tutela e lo sviluppo dei diritti fondamentali europei, Associazione Storia Contemporanea, SISI, ISEMI e Iveser.

L’inizio del convegno è fissato per mercoledì 10 luglio alle 15.30 con i saluti delle autorità locali, si concluderà nella mattinata di sabato 13 luglio e prevede la presentazione di casi di studio riguardanti il bellunese. Nelle tre serate sono inoltre in programma gli incontri con l’autore (sempre alle ore 20.45): il 10 luglio presentazione del volume “Storia dello Stato italiano. Dall’Unità al XXI secolo” con Leonida Tedoldi; l’11 luglio presentazione del libro “Introduzione alla politologia storica. Questioni teoriche e casi di studio” con Marco Almagisti e Paolo Graziano, quest’ultimo il 12 luglio presenterà anche “Neopopulismi. Perché sono destinati a durare”.

Share

Comments are closed.