Monday, 26 August 2019 - 09:28
direttore responsabile Roberto De Nart

Paga un’assicurazione on line, ma scopre che l’auto non è assicurata. Individuata la truffa dalla Polizia stradale

Giu 21st, 2019 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Individuate dalla Squadra di Polizia giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Belluno le persone che, a diverso titolo, hanno concorso alla truffa perpetrata a danno di un cittadino bellunese operata attraverso un sito internet che offriva servizi di assicurazione ed assistenza legale.

C.M. 43enne bellunese, dopo aver contattato i numeri di telefono comparsi sulla pagina internet ed aver ricevuto rassicurazioni in merito al contratto di assicurazione rca per il proprio veicolo, effettuava il pagamento della polizza mediante ricarica di una carta Poste Pay come suggerito dal finto assicuratore, ricevendo attraverso la piattaforma Whatsapp il file del certificato di assicurazione richiesto.

Solo a seguito di un controllo della Polizia apprendeva che la sua autovettura non risultava assicurata e che il contratto esibito non era valido.

Le indagini effettuate dalla Squadra di P.G. della Sezione di Belluno hanno permesso di individuare le persone intestatarie della carta Poste Pay e dei numeri di telefono utilizzati nei contatti con lo sfortunato bellunese.

La Polizia Stradale raccomanda che, prima di fidarsi di un’assicurazione online, è bene consultare il sito www.ivass.it che riporta alcuni dei siti irregolari fino ad ora scoperti oppure effettuare ricerche in internet di recensioni o feedback di altri utenti.

Il controllo della copertura assicurativa, e della revisione dei veicoli, può essere fatto anche collegandosi in internet al sito ministeriale de Il portale dell’automobilista  inserendo il numero di targa.

Share

Comments are closed.