Monday, 26 August 2019 - 08:59
direttore responsabile Roberto De Nart

Assemblea di Ser.S.A.: Una situazione patrimoniale solida, senza ricorso ad esposizioni bancarie. Investimenti in ambienti e servizi e attenzione ai finanziamenti europei

Giu 20th, 2019 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

Casa di Riposo “Maria Gaggia Lante” Belluno

Si è tenuta nei giorni l’assemblea dei soci di Ser.S.A. – Servizi Sociali Assistenziali, società interamente partecipata dal Comune di Belluno, rappresentato al tavolo dal sindaco, Jacopo Massaro, insieme all’amministratore unico, Paolo Santesso, e lo staff amministrativo della società.

I conti
Bilancio in salute, quello chiuso il 31 dicembre 2018: il risultato utile è di 71mila euro dopo le imposte, a fronte di un volume complessivo superiore ai 6,5 milioni di euro, e la situazione patrimoniale è solida, senza ricorso ad esposizioni bancarie.
La gestione 2018 è riuscita dunque ad assorbire l’incremento di oltre 200mila euro determinato dal rinnovo del Contratto Nazionale, nonostante il rialzo delle tariffe coprisse meno di un quinto di tale voce; due terzi dei costi complessivi di gestione della società sono relativi al personale, come è normale sia in una centro di servizi alla persona. Questo risultato è stato possibile soprattutto per l’elevata copertura dei servizi residenziali, con particolare riferimento a quelli rivolti alle persone con demenza.
Il 2018 ha visto SerSA coinvolta in un riassetto organizzativo finalizzato a consolidare la linea di intervento rivolta al territorio (quindi ai servizi non residenziali o semi-residenziali), che riceve per la prima volta un referente unico nella persona di Cristina Balest.

Finanziamenti e progetti
Risultati positivi sotto il profilo economico e gestionale sono stati raggiunti anche grazia all’accesso a finanziamenti extra-ordinari legati alla partecipazione a specifici progetti. Proprio per proseguire su questa strada, Ser.S.A. ha appena aperto la raccolta di candidature per un ruolo di project manager della durata di un anno, con termine ultimo per la presentazione delle domande il 26 giugno (bando disponibile sul sito della società).

Gli investimenti
Gli investimenti fatti hanno permesso di progredire nell’adeguamento alle normative antincendio e di realizzare alcuni ambienti di qualità a beneficio dei residenti, come ad esempio l’avvio del servizio di parrucchiera interna. Una linea, quest’ultima, che ha visto nascere e crescere uno staff multidisciplinare interno, finalizzato a valutare l’impatto sul benessere degli anziani, e dunque non solo l’aspetto funzionale, degli interventi che vengono costantemente realizzati alla Gaggia Lante.
Inoltre, SerSA si è posta come capofila di una rete di strutture ed associazioni operanti in provincia nell’ambito dell’assistenza agli anziani che hanno presentato alla Fondazione Cariverona un progetto proprio rivolto a questi aspetti, intitolato “Come in famiglia”.

Il commento
«Si tratta di un bilancio in cui si dà conto della fiducia che la popolazione ripone nei servizi erogati alla Gaggia Lante, e che indica come prossima strada di sviluppo una potenziata attenzione alle esigenze nel territorio. – commenta l’amministratore unico, Paolo Santesso – I numeri testimoniano anche il ruolo di riferimento a cui il personale di SerSA è sempre di più chiamato a rispondere rispetto alle necessità delle persone affette da demenza e dei loro famigliari. Si è anche scelta una certa prudenza negli investimenti, per consolidare le riserve dell’ente in modo da essere in grado di far fronte agli eventuali riequilibri che le ultime novità legislative suggeriscono di portare nel prossimo futuro. Infine, un plauso va al personale che, come le cifre dichiarano senza possibilità di errore, sono il cuore di questa realtà, per la dedizione che dimostrano ad un servizio di alto impegno emotivo. Sono una risorsa che nessuna nuova tecnologia potrà sostituire».
«Bisogna dare atto a Ser.S.A dell’incredibile sforzo nel mantenere le tariffe pressoché invariate, pur a seguito della forte crescita del costo del personale dovuto al rinnovo contrattuale. – evidenzia il sindaco, Jacopo Massaro – Inoltre, va evidenziata la capacità di “uscire dalle mura” della Gaggia Lante, tessendo legami con l’intera comunità: oggi abbiamo una struttura aperta, un luogo di cultura, dove si incontrano e si rapportano generazioni diverse. Questo è un punto di forza: si abbandona infatti la visione tradizionale della “casa di riposo” per una concezione di accoglienza e servizi per gli anziani più moderna e vivace, che garantisce agli ospiti di restare parte attiva nella comunità».

Share

Comments are closed.