Monday, 26 August 2019 - 09:49
direttore responsabile Roberto De Nart

Perché fare una assicurazione per viaggi in Italia?

Giu 19th, 2019 | By | Category: Pausa Caffè, Sport, tempo libero

Poche esperienze sono più appaganti di un bel viaggio, lanciarsi in un’inebriante avventura alla scoperta del mondo. Perché le cose vadano per il meglio, l’organizzazione non può trascurare neppure il minimo particolare. Eppure, nonostante la cura nella pianificazione, sono innumerevoli gli inconvenienti che possono pregiudicare le vacanze. Per fortuna di ogni viaggiatore la soluzione c’è e si chiama assicurazioni viaggio.

Le assicurazioni viaggio propongono varie garanzie. In senso generale, sono polizze che permettono di risarcire il titolare a fronte di danni fortuiti e costi da sostenere alla luce di imprevisti. Tra le assicurazioni viaggio maggiormente stipulate ci sono quelle relative all’annullamento del viaggio, la perdita dei bagagli, gli infortuni e difficoltà di salute.

La più gettonata in assoluto è l’assicurazione sanitaria, che interviene per sostenere le spese attinenti alle attività di cura, i periodi di degenza, i farmaci, le medicazioni e vari altri inconvenienti. Il consumatore ha la possibilità di personalizzare l’offerta a seconda delle proprie esigenze: sul mercato sono disponibili, ad esempio, assicurazioni rivolte ai giovani impegnati in viaggi studio e proposte che operano in caso di vacanze compromesse dal maltempo.

È l’ampio ventaglio di scenari coperti a rendere le assicurazioni viaggio così versatili e quindi utili anche per i viaggi all’interno del nostro Paese. Può capitare, ad esempio, di prenotare una vacanza ma essere costretti a rinunciarvi, oppure possono essere smarriti, rubati o danneggiati i bagagli nel corso di una tratta aerea, magari verso la Sicilia o la Sardegna. Senza contare le polizze che intervengono quando il viaggiatore è costretto a interrompere il viaggio. Tutte situazioni che possono riguardare qualunque destinazione italiana.

La stipula di un’assicurazione viaggio si rivela preziosa persino per i tanti bellunesi che amano spostarsi sulla costa per trascorrere le vacanze estive. Invece di mettere a repentaglio il bramato periodo di riposo, conviene ricorrere al supporto di una polizza che riduca al minimo i rischi e intervenga in situazioni piuttosto frequenti, come la perdita del bagaglio.

Un piccolo prezzo da pagare, considerando nel complesso i costi di una villeggiatura, che permette di vivere con la massima serenità il soggiorno. La sottoscrizione dell’assicurazione può avvenire direttamente nella sede dell’agenzia viaggio oppure rivolgendosi alle società assicuratrici.

Sarà per effetto della crisi o della riscoperta delle meraviglie custodite dai nostri confini, le destinazioni nostrane continuano a crescere nelle preferenze espresse dai consumatori italiani. Nel 2015, secondo le rilevazioni Istat, oltre l’80% degli italiani ha trascorso le vacanze in una località nazionale.

Le regioni più apprezzate dai nostri connazionali, da luglio a settembre per soggiorni di almeno quattro notti, sono Emilia-Romagna, Puglia, Toscana, Lazio e Sardegna. La classifica subisce delle modifiche nell’eventualità di periodi di villeggiatura fino a tre giorni. Al primo posto, in questo caso, c’è la Lombardia, seguita da Emilia-Romagna, Lazio, Toscana e Veneto.

Le rilevazioni Istat hanno inoltre appurato che il Trentino-Alto Adige è la regione preferita per le vacanze dei mesi invernali e poco meno di un terzo degli italiani fa visita a parenti e conoscenti nel corso delle vacanze. I viaggiatori che amano le destinazioni nazionali sono interessati soprattutto a località marittime e al relax.

Share

Comments are closed.