Saturday, 24 August 2019 - 22:45
direttore responsabile Roberto De Nart

Risparmiatori truffati. La Corte dei Conti registra il primo decreto ministeriale. D’Incà (M5S): “Soddisfatti, tante famiglie aspettano il risarcimento”

Giu 5th, 2019 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Federico D’Incà, deputato (M5S)

“Esprimo tutta la mia soddisfazione e quella del Movimento 5 Stelle per i grandi passi avanti che stiamo facendo verso la restituzione dei soldi ai truffati delle banche venete. In Legge di bilancio abbiamo previsto il fondo da 1575 milioni di euro in tre anni per mantenere le promesse fatte durante la campagna elettorale”.

Lo afferma Federico D’Incà, deputato bellunese del M5S, intervenendo in merito alla registrazione del primo Decreto ‘Fir’ da parte della Corte dei Conti a favore dei risparmiatori truffati dalle banche.

“Oggi è un giorno importante perché finalmente la Corte dei Conti ha registrato il primo Decreto ministeriale Fir, che stabilisce i requisiti e le modalità di accesso alle prestazioni del ‘Fondo indennizzo risparmiatori’ da parte di coloro che hanno subito il danno – prosegue D’Incà, che aggiunge: in questo decreto vi sono finalmente le misure organizzative che riguardano la Commissione tecnica e la parte delle segreterie tecniche, indispensabili per iniziare il percorso del risarcimento”.

“Di conseguenza, stiamo avviando il secondo decreto che invece provvederà alla nomina dei 9 componenti della Commissione Tecnica – spiega il deputato del M5S –. In parallelo la Consap (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici) procederà ad allestire un sito Internet attraverso il quale potrà essere inoltrata la domanda di indennizzo da parte dei risparmiatori. Infine, la data da cui decorrono i 180 giorni per la presentazione della domanda sarà individuata con un terzo decreto”.

“Mancano ancora pochi passaggi per raggiungere finalmente il traguardo – conclude D’Incà: tante famiglie aspettano questo risarcimento dopo quello che per il Veneto è stato un vero e proprio disastro che ha portato sul lastrico decine di migliaia di persone”.

Share

Comments are closed.