Saturday, 24 August 2019 - 22:21
direttore responsabile Roberto De Nart

Il 4° Dolomiti Rally scalda i motori per l’appuntamento di domenica ad Agordo

Giu 4th, 2019 | By | Category: Prima Pagina, Sport, tempo libero

Sabato e domenica il 4° Dolomiti Rally, secondo appuntamento stagionale della Coppa Rally 4^
zona, organizzato con grande passione e competenza dal Dolomiti Racing Motorsport, sarà animato dalla
partecipazione di ben 82 equipaggi.

Dopo tanto lavorare, dopo settimane di impegno frenetico, il gruppo agordino guidato dal presidentissimo Mauro Riva ha raccolto un primo risultato incoraggiante. La promozione da “rally nazionale” a competizione con validità, unita allo spostamento di data, ha confermato la corsa di Agordo, “cuore delle Dolomiti”, come una delle più ricche di fascino e contenuti tecnici del panorama rallistico italiano. Il debutto del Dolomiti Rally nella Coppa di zona, rispolverata quest’anno da ACI Sport, parte sotto i migliori auspici.
Fra gli annunciati protagonisti del 4° Dolomiti Rally spicca l’equipaggio trevigiano-bellunese formato
da Marco Signor e Patrick Bernardi. I due, reduci dai successi in serie nel campionato italiano rally WRC, che
hanno vinto nel 2016 e nel quale sono saliti più volte sul podio finale, dopo il secondo posto assoluto colto
la scorsa settimana al Rally del Salento con la Ford Fiesta della Step Five Motorsport, saranno al via a bordo
di una Skoda Fabia R5, vettura con la quale hanno vinto il Rally Bellunese, lo scorso marzo. Spetta a loro,
che hanno vinto da dominatori il Dolomiti 2018, il ruolo di grandi favoriti della corsa. Nella classe regina, la
R5, Signor-Bernardi se la dovranno vedere con un drappello di Skoda Fabia: quelle di Colferai, Cescutti e
Vian e con la Hyundai I20 degli esperti De Cecco-Campeis. Con le Mitsu Evo IX della classe R4, sono piloti di
spessore Battaglin e Tabarelli, mentre in Super 2000 ci sarà battaglia fra le Peugeot 207 dei vari Benvenuti,
Ceccato, Martinelli e Callegaro. Una menzione a parte la merita il bolzanino della Vimotorsport Bernd
Zanon, pronto a dare spettacolo con la sua Renault Clio, in una classe Super 1600 in cui competono anche
le vetture “gemelle” di Lorenzon, Maschera, Callegaro e Sanvito.

La classe più affollata del 4° Dolomiti Rally sarà la N2 con 14 equipaggi in lizza. Fra questi ci saranno
da seguire i bellunesi Dall’O’-Magrin, i fratelli Manuele e Lorenzo Micheletto e i portacolori del BL Racing
Modolo-Cagnin e Petozzi-Zanetti. Gli equipaggi femminili saranno tre: Federica Lonardi – Anna Dusi
(Renault Clio Williams A7), Andrea Dotta – Natascia Freschi (Peugeot 106 N2) e Arianna Doriguzzi Breatta –
Moira Candusso (Peugeot 106 N2); sette, invece, i conduttori under 25: Martinelli-Desole (Renault Clio
R3C), Jessica Carraretto-Gheller (Renault Clio RS Plus), Selvestrel-Davare (Peugeot 106 A5), Dotta-Freschi
(Peugeot 106 N2), Doriguzzi Breatta-Candusso (Peugeot 106 N2), Pastore-Conci (Peugeot 106 N2) e
Santellani-Cacitti (Peugeot 106 N1).

In classe N3 si assisterà al duello fra gli attuali leader di Coppa Rally 4^ zona, gli agordini BusinFenti, dell’Halley Racing Team, e Flavio Vettoretto, della Vimotorsport, che insegue a 4 lunghezze. Il
bellunese di Sport & Comunicazione Alessio Case può puntare ad inserirsi nella battaglia in classe A5 fra gli
alfieri della Scuderia Prealpi Signorotto e Barnaba che occupano i primi due posti dopo il Rally Bellunese. In
classe A6, il capoclassifica Alex D’Agostini, in coppia con Michele Coletti, se la vedrà ancora con Marco
Fanton, che lo segue con 4 punti di ritardo. I cinque concorrenti della classe R3C (Ghegin, Rampazzo,
Martinelli, Saioni e Bellan) saranno a caccia di punti pesanti per dare una fisionomia nuova alla classifica di
4^ zona che attualmente vede al comando Martinelli con 2 lunghezze su Rampazzo e 4 su Saioni. Discorso
analogo anche per i sette conduttori iscritti in classe R2B (Finotti, Sprea, Pagnan, Dal Castello, Fornasier,
Vanin e Scapin), dove il solo Finotti ha fatto punti nella prima gara di stagione.

Da seguire con un occhio di riguardo sarà la prova degli agordini Lino Lena e Nicola Decima. I due
affiatati conduttori della Sport & Comunicazione saranno a bordo di una Renault Clio Williams della classe
A7. Sulle strade di casa, dopo aver vinto l’edizione d’esordio nel 2016 ed aver colto il terzo posto assoluto lo
scorso anno, Lino e Nicola sono pronti a mostrare, ancora una volta, di che pasta sono fatti. Per un
problema tecnico è invece sfumata la possibilità che il 4° Dolomiti Rally tenesse a battesimo il debutto
ufficiale sul suolo italiano della nuova Volkswagen Polo R5. Dopo le recenti disavventure subite dalle
vetture tedesche in Portogallo e Svizzera, la casa di Wolfsburg ha deciso di bloccare le consegne per capire
e risolvere il problema. Il pilota bresciano Luca Pedersoli, che attendeva per giovedì la consegna della sua
vettura, ha dovuto rinunciare a malincuore all’appuntamento di Agordo in cui sarebbe stato affiancato da
Anna Tomasi, navigatrice con la quale fa coppia nel Campionato italiano WRC.

Domenica il 4° Dolomiti Rally, il cui percorso complessivo misura 204,07 km, si articolerà in nove
prove speciali su asfalto per un totale di 63,88 km. La partenza da piazza Libertà di Agordo avverrà alle 8.30.
In successione saranno affrontate le prove speciali “Oltach”, di 6,630 km; “San Tomas”, di 6,850 km;
“Valada”, di 7,480 km. Al termine del primo passaggio, alle 10.37 inizieranno gli ingressi al primo riordino di
piazza Libertà mentre, prima di affrontare il secondo giro sulle ps, i concorrenti entreranno al parco
assistenza, in località Valcozzena, a partire dalle 11.27. Il secondo passaggio sulla ps “Oltach” inizierà alle
12.11; quello sulla “San Tomas” alle 12.45 e quello sulla “Valada” alle 13.19. Il secondo riordino in piazza
Libertà scatterà alle 13.59 e la seconda assistenza alle 14.49. Terza conclusiva tornata sulle ps a partire dalle
15.33 (Oltach), 16.07 (San Tomas) e 16.41 (Valada). Arrivi in piazza Libertà a partire dalle 17.41.

Share

Comments are closed.