Monday, 26 August 2019 - 08:59
direttore responsabile Roberto De Nart

Consiglio comunale giovedì a Palazzo Rosso. Stella: la tenuta della maggioranza alla prova sulla variazione di bilancio per la rigenerazione urbana

Giu 4th, 2019 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Sarà il punto 2 dell’ordine del giorno ” Variazione al Bilancio di previsione 2019/2021 e documenti correlati” a inchiodare il consiglio comunale di giovedì pomeriggio. E’ in ballo l’approvazione della “rigenerazione urbana”, ossia quei progetti di opere pubbliche che attendono il via libera, sui quali però, come dichiarava il sindaco Jacopo Massaro nell’ottobre scorso “serve la certezza delle risorse”.

Analoga perplessità era stata espressa dall‘assessore Franco Frison, quando nel marzo scorso, di ritorno da un incontro a Roma aveva detto che “dovremo sottoscrivere le nuove convenzioni, peggiorative per i comuni e modificate unilateralmente dal governo, e poi inizierà il confronto sulla richiesta di rimodulazione”. Il nodo è tutto in quella parola asettica, “rimodulazione”, che potrebbe voler dire che i comuni devono farsi carico dei tagli operati dallo Stato e che dunque va verificata la copertura finanziaria prima di dare il via libera agli appalti.

E’ evidente quindi che in un simile contesto, tutto gli altri punti dell’ordine del giorno e anche la nomina dei nuovi assessori a seguito delle dimissioni di Maurizio Busatta e della Valentina Tomasi, passano in secondo piano.

Andrea Stella, consigliere comunale Belluno

A sottolinearlo è anche anche Andrea Stella, vice presidente della 3^ Commissione, e responsabile provinciale cultura della Lega a Belluno: “Penso che il sindaco debba proprio preoccuparsi del bilancio che è totalmente basato sulla rigenerazione urbana e quindi a parte i progetti già in cantiere da anni, avrà molto poco da poter girare su altri capitoli”.
Non basta. “Si preoccupi anche della tenuta della sua maggioranza – prosegue Stella – di fronte a un consuntivo del genere perché magari potrebbe trovarsi di fronte a qualche sorpresa al momento della votazione”.
“Per quanto riguarda le deleghe da spartire agli assessori, o l’entrata di nuovi assessori in giunta, penso che se davvero tutto fosse stato programmato nei minimi dettagli come il sindaco ha dichiarato agli organi di stampa, le attribuzioni di deleghe o l’eventuale rimpasto sarebbe oggi una realtà, che a mio parere invece, appare ancora parecchio lontana”.
“Per quanto ci riguarda – conclude Stella – noi come gruppo consiliare cercheremo di tener sempre alta la guardia sulle problematiche reali della cittadinanza attraverso le nostre copiose interrogazioni volte a far sì che l’amministrazione dia risposte concrete su tematiche di vita quotidiana”.

 

Share

Comments are closed.