Monday, 26 August 2019 - 10:18
direttore responsabile Roberto De Nart

Elia Cecino, l’enfant prodige della tastiera in concerto mercoledì all’Unisono di Feltre

Giu 3rd, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Il Centro di musica Unisono di Feltre apre le porte di Palazzo Guarnieri all’enfant prodige Elia Cecino. Mercoledì 5 giugno alle 20.30 concerto ad ingresso gratuito con il giovanissimo talento del piano, appena maggiorenne. Il virtuoso della tastiera si esibirà nella Class Hall del palazzo di piazza Maggiore nell’ambito della settima edizione della Maratona pianistica organizzata dal maestro Luigi Ferro.

“Siamo contenti e orgogliosi di far parte anche quest’anno di questo evento – dichiara il direttore artistico di Unisono, Nicolò Ferrari Bravo -. Promuovere artisti giovani e talentuosi è parte della nostra mission. Sarà un’altra occasione per ascoltare un altro giovane promettente, dopo Gabriele Strata. Mi piacerebbe vedere tanti giovani in sala, perché il concerto sia da stimolo per gli studenti di piano e per tutti i musicisti”.
Le Eccellenze Venete è un’iniziativa parallela e concomitante alla maratona, pensata per far suonare in diverse location ma nella stessa giornata i migliori pianisti veneti. E Cecina è proprio uno dei fiori all’occhiello della musica in regione.

Nato nel 2001 in provincia di Treviso, Cecino suona il pianoforte dall’età di 9 anni. Studia otto ore al giorno e nel bagaglio dei suoi successi ha già la vittoria assoluta a oltre cinquanta concorsi. Laureato con il massimo dei voti al conservatorio “B.Maderna” di Cesena, dal 2014 si è esibito con continuità spaziando nel repertorio in circa 80 recital in Italia e all’estero presso prestigiose sale da concerto come il teatro degli Industri di Grosseto, la Sala degli Affreschi della Società Umanitaria, il Museo di Sant’Agostino di Genova per gli Amici di Paganini, Palazzo De Nobili per gli Amici della Musica di Catanzaro, Casa della Musica di Cosenza, Palazzo Litta e Fondazione Pini a Milano, casa Mozart a Rovereto per l’associazione Mozart Italia, l’istituto di cultura italiano di Amburgo e l’agenzia consolare italiana di Wolfsburg (Germania), la sala barocca del Grand Hotel Europa di Innsbruck (Austria), il Palazzo della Cultura di Iasi (Romania), il teatro Thuillier di Caravaca de la Cruz (Spagna).

Elia Cecino 
E’ nato nel 2001, ha cominciato lo studio del pianoforte a 9 anni con Maddalena De Facci sotto la cui guida si è diplomato da privatista con la votazione 10/10 e Lode presso il conservatorio “B. Maderna” di Cesena nell’anno accademico 2017/2018. Attualmente è iscritto alla Scuola di Musica di Fiesole dove frequenta il corso di perfezionamento con la professoressa Elisso Virsaladze e all’Accademia del Ridotto di Stradella nella classe del Maestro Andrzej Jasinski. Nel corso degli studi è stato selezionato come allievo effettivo di masterclass nell’ambito di prestigiosi festival e istituzioni: nel 2014 dal Mº A. Ciccolini per il 31° Musica Riva Festival, nel 2017 dalla prof.ssa L. Zilberstein all’Accademia Chigiana di Siena e dal Mº A. Delle Vigne al Mozarteum di Salisburgo, nel 2018 dal Mº C. Elton per il Ferrara Piano Festival e dalla prof.ssa N. Fisher per il London Master Class. A partire dal 2013 ha inoltre frequentato alcune masterclass con i pianisti Risaliti, Nuti, Lupo, Lucchesini, Dalibaltayan, Mika, Balzani, Iannone, Nosè, Plano, Baglini. Vincitore assoluto dei concorsi “Luciano Luciani” di Cosenza 2019, “Città di Albenga – Memorial Maria Silvia Folco” 2018, “Città di Giussano” 2018, “International Piano Competition-Premio Paolo Spincich” di Trieste 2016, “Premio Crescendo” di Firenze 2016, “Marco Bramanti” di Forte dei Marmi 2016, Premio Pianistico “Filippo Trevisan” di Palmanova 2015, “Vietri sul Mare-Costa Amalfitana” 2014, “Città di Venezia” 2013, Elia ha ottenuto il primo premio assoluto in oltre 50 concorsi nazionali e internazionali a categorie in Italia tra i quali “Il Pozzolino” di Seregno, “G. Rospigliosi” di Lamporecchio, “Città di Bucchianico”, “Città di Gorizia”, “Città di San Donà di Piave”, “Nuova Coppa Pianisti d’Italia” di Osimo, “Città di Caraglio”. Numerosi sono anche i primi premi conquistati all’estero: nel 2018 in Serbia al “IX International Isidor Bajic Piano Memorial” di Novi Sad, in Spagna al “IV Marbella International Piano Competition” e in Ungheria all'”VIII Chopin International Piano Competition” di Budapest; nel 2017 a Vienna al”IX Rosario Marciano International Piano Competition” di Vienna; nel 2016 al “Clavicologne International Piano Competition” di Aachen (Germania); nel 2015 al “IX Young Piano Competition” di Osjiek (Croazia); nel 2013 al ” Tartini Competition” di Pirano (Slovenia). Nel 2016 Elia è risultato Top Prize del XXV Ibla Grand Prize Competition di Ragusa aggiudicandosi un tour di concerti negli Stati Uniti che gli ha consentito di esibirsi in numerose località della Virginia e dell’Arkansas.
Nell’estate 2016 ha superato i provini e partecipato alla trasmissione TV Prodigi-La musica è vita” a favore dell’Unicef andata in onda in prima serata su Rai 1.
A partire dal 2014 Elia si è esibito con continuità spaziando nel repertorio in circa 80 recital in Italia e all’estero presso prestigiose sale da concerto come il teatro degli Industri di Grosseto, la Sala degli Affreschi della Società Umanitaria, il Museo di Sant’Agostino di Genova per gli Amici di Paganini, Palazzo De Nobili per gli Amici della Musica di Catanzaro, Casa della Musica di Cosenza, Palazzo Litta e Fondazione Pini a Milano, casa Mozart a Rovereto per l’associazione Mozart Italia, l’istituto di cultura italiano di Amburgo e l’agenzia consolare italiana di Wolfsburg (Germania), la sala barocca del Grand Hotel Europa di Innsbruck (Austria), il Palazzo della Cultura di Iasi (Romania), il teatro Thuillier di Caravaca de la Cruz (Spagna), l’aula di cultura di Murcia (Spagna), la sala Eutherpe di Leon (Spagna), la Dvorana glasbene šole di Radovljica (Slovenia), nell’ambito dell’8º World Piano Conference a Novi Sad (Serbia) per la World Piano Teachers Association, il Foyer del teatro “V. Basso” di Ascoli Piceno, il teatro Gustavo Modena di Palmanova, il ridotto del teatro comunale Manzoni e villa Scornio a Pistoia, la chiesa di Sant’Antonio a Cellamonte Monferrato per il Monferrato Classic Festival, l’auditorium dell’ospedale Careggi e l’oratorio della chiesa di Santa Maria Novoli a Firenze per l’A.Gi.Mus di Firenze, il Gabinetto di Lettura di Padova per il Bartolomeo Cristofori Piano Festival, l’oratorio Santa Cecilia di Bologna per il San Giacomo Festival, l’auditorium di Vimodrone per il Piano Talent Festival, Palazzo Cavagnis e Palazzo Albrizzi a Venezia, la sala Marizza di Fogliano Redipuglia, Villa De Brandis a San Giovanni al Natisone, Villa Bertelli a Forte dei Marmi, Palazzo Loschi a Vicenza, il Palazzo delle Generali a Trieste. Nel 2016 è stato invitato a suonare presso le Sale Apollinee del Gran Teatro La Fenice di Venezia dall’associazione Mozart Italia. Si è inoltre esibito in recital nelle stagioni 2015, 2016, 2017 e 2018 nell’ambito del Festival delle Nazioni – Concerti del Tempietto presso il teatro di Marcello e presso il chiostro di Campitelli a Roma. Si è proposto da solista con la Filarmonica “Mihail Jora” di Bacau (Romania), con la Filarmonica di Sichuan (Cina), con l’orchestra Concentus Musicus Patavinus di Padova e con l’orchestra San Marco di Pordenone. Allo studio del repertorio solistico Elia ha sempre affiancato un’intensa attività cameristica prima in duo a 4 mani e poi in duo e in trio con archi con i quali si è esibito in alcune rassegne concertistiche: “Estate Concertistica di Lamole” di Greve in Chianti, “Gioie Musicali 2018” ad Asolo, “Campus delle Arti” di Bassano, “La grotta della cometa” a Roncade (TV), nella stagione “I concerti del giovedì” del Circolo Generali a Trieste, per l’Ensemble Serenissima nella stagione “I concerti a Palazzo”.

Share

Comments are closed.