13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 30, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti L'animale femmina di Emanuela Canepa. Venerdì alla Libreria Tarantola

L’animale femmina di Emanuela Canepa. Venerdì alla Libreria Tarantola

Venerdì 17 maggio, alle ore 18.30, nell’ambito della Rassegna “Donne e scrittura”, la Libreria Tarantola ospiterà nella sede di Belluno in via Psaro 13, la presentazione del volume L’animale femmina (Einaudi editore) della scrittrice Emanuela Canepa.

La rassegna Donne e scrittura è organizzata in collaborazione con il Comune di Belluno e la Biblioteca Civica di Belluno e il Soroptimist Club Belluno-Feltre e con il sostegno di Unifarco per la Cultura e Sest.

L’autrice
Emanuela Canepa, romana di nascita e padovana di adozione,vive e lavora in mezzo ai libri.
Ha conseguito prima la laurea in Storia Medievale, poi quella in Psicologia e ad oggi lavora come bibliotecaria all’Università di Padova.
Nel mio immaginario, le bibliotecarie somigliano tutte a quella che ha frequentato la mia infanzia:
donne asciutte,con lo sguardo severo, la voce sussurrata e la punta del naso perennemente cavalcata da occhiali rigidi, che ti scrutano per indovinare se sei degno di ricevere uno dei loro preziosi volumi, o se lo sporcherai con le mani appiccicose di gelato. E invece no,lei è tutt’altro.
Emanuela è una donna che sa ciò che vuole, sa dove andare e percorre la sua strada con coraggio,
consapevolezza e quel pizzico di leggerezza sorridente che non guasta mai.
Il suo primo romanzo,intitolato L’animale femmina,le è valso la vittoria della 30° edizione del Premio Italo Calvino;
approdato per direttissima nelle fucine della casa editrice Einaudi, è uscito in libreria il 30 aprile.
L’animale femmina, animato da personaggi incisivi, ben disegnati e indagati con cura,
racconta la storia di una donna che attraverso un percorso tutto personale impara a conoscere se stessa.
È un libro che molte donne dovrebbero leggere; ma ancora di più, mi permetto di dire andando controcorrente,
dovrebbero leggerlo gli uomini.

I libro
Animale femmina – Einaudi Editore
Emanuela Canepa mette a nudo non solo le contraddizioni delle donne, ma anche la fragilità degli uomini.
E scrive un’educazione sentimentale in cui le dinamiche di potere si ribaltano, rivelando quanto siamo inermi,
tutti, di fronte a chi amiamo.
Rosita è scappata dal suo malinconico paese, ed al controllo asfittico della madre, per andare a studiare a Padova.
Sono passati sette anni e non ha concluso molto. Il lavoro al supermercato che le serve per mantenersi
l’ha penalizzata con gli esami e l’unico uomo che frequenta, al ritmo di un incontro al mese,è sposato. Ma lei è abituata a non pretendere nulla.
La vigilia di Natale conosce per caso un anziano avvocato, Ludovico Lepore. Austero, elegante, enigmatico,
Lepore non nasconde una certa ruvidezza, eppure si interessa a lei.
La assume come segretaria part time perché possa avere più soldi e tempo per l’università.
In ufficio, però, comincia a tormentarla con discorsi misogini,esercitando su di lei una manipolazione sottile.
Rosita la subisce per necessità, o almeno crede. Non sa quanto quel rapporto la stia trasformando.
Non sa che è proprio dentro una gabbia che, paradossalmente, si impara a essere liberi.

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Oltre trenta elaborati per il logo del Fondo Welfare. De Biasi: «A breve il vincitore. Una mostra con tutti i lavori»

Partecipazione oltre le attese: sono circa una trentina gli elaborati giunti in Provincia per il concorso di idee per il logo del Fondo Welfare...

Zaia anticipa il governo e allenta la morsa. Mascherine solo al chiuso. Ecco la nuova ordinanza in vigore da lunedì 1° giugno

Con ordinanza n. 55 del 29 maggio 2020, in vigore da lunedì 1° giugno, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha modificato...

Assessore d’Emilia ai commercianti del centro: «Disponibili a sostenere il Consorzio con Distretto del Commercio. Ci dicano le loro priorità»

«Siamo pronti a venire incontro alle necessità dei commercianti del Consorzio Centro Storico, basta che ci indichino le loro priorità e lavoreremo all'interno del...

Rigenerazione del Parco fluviale di Lambioi. Frison: “Ok da Roma alla modifica del progetto”

Via libera da Roma alla modifica del progetto di rigenerazione urbana del Parco di Lambioi: è infatti arrivata la tanto attesa nota del segretario...
Share