Monday, 22 July 2019 - 20:40

Collegamento sciistico Comelico-Pusteria. Roberto Bortoluzzi: “Fondamentale e strategico per i territori. La Fisi è pronta alla mobilitazione per sostenerlo”

Apr 14th, 2019 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Sport, tempo libero

Roberto Bortoluzzi

Il collegamento sciistico “Comelico-Pusteria” deve essere assolutamente portato a termine, perché lo riteniamo fondamentale e strategico per questi territori. Certamente le sue valenze e ricadute sono, principalmente, in ambito economico con tutti gli effetti positivi che avrà sull’intera filiera sociale, del turismo, delle arti e mestieri.

Come Federazione, il nostro interesse è diretto e di natura prettamente sportiva. Infatti non possiamo che auspicare il potenziamento dell’offerta sciistica in un’area che agli sport invernali, da sempre, ha fornito un contributo ed un sostegno significativi in termini di attività, organizzazione di eventi, classe dirigente e tecnica, diventando un riferimento imprescindibile nella programmazione dell’attività da svolgere in ambito regionale e nazionale.

Pensiamo, poi, solo a quanti atleti, ogni anno, gli Sci Club locali movimentano solo nelle discipline che necessitano degli impianti di risalita per essere svolte: sci alpino, snowboard, free style senza dimenticare le prove tipicamente nordiche, come lo sci di fondo, che, in tale contesto, può certamente crescere ulteriormente e continuare a rappresentare un punto di riferimento ancora più forte per le popolazioni locali.

Inoltre, come Federazione, non possiamo che auspicare – tramite proprio questo nuovo collegamento sciistico interzonale – nuove collaborazioni e sinergie operative e di sviluppo della pratica sportiva invernale con gli amici altoatesini: siamo avversari sui campi di gara ma, spesso, uniti su iniziative comuni come già avviene in altre aree e con realtà confinanti come, ad esempio, il Trentino.

Ci rivolgiamo, quindi, alla Politica, a coloro che hanno il dovere di intervenire, di dare risposte e di prendere decisioni per auspicare che sappiano dare decisamente ascolto alle concrete istanze del territorio che, praticamente all’unanimità e assieme alle forze politiche che lo rappresentano, ha da tempo scelto in tal senso con quelle genti che, almeno a casa loro, hanno il diritto di decidere ed hanno saputo scegliere la via del proprio futuro. E a questo territorio vogliamo esprimere tutto il sostegno e la vicinanza totale della Federazione Italiana Sport Invernali – del Veneto e non solo – assicurando che siamo al fianco dei nostri Sci Club, dei nostri tesserati e della gente tutta del Comelico in questa loro legittima rivendicazione di un diritto a continuare a vivere in questi luoghi e poter disegnare un futuro nuovo per i propri figli.

L’ambiente è un patrimonio che va assolutamente salvaguardato e tutti si devono impegnare per la sua difesa; ma, ne siamo fermamente convinti, i primi difensori sono proprio coloro che ogni giorno lo vivono realmente, condividendone le problematiche e le fragilità, rispettandolo a fondo perché sanno che quello rappresenta la loro vera ed unica prospettiva futura. Sono secoli che ciò avviene, ma oggi siamo arrivati ad un punto di non ritorno: serve assumere una decisione positiva e veloce e chi di competenza, chiamato a firmare le ultime autorizzazioni necessarie, lo sollecitiamo a confrontarsi in serenità con i richiedenti il collegamento sciistico e con le forze politiche che rappresentano i cittadini.

La Fisi è pronta ad una mobilitazione generale per sostenere le istanze della montagna del Comelico, così come di quella di tutto il Veneto.

Roberto Bortoluzzi

Presidente Comitato Regionale FISI del Veneto

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Concordo!
    Facciamoci sentire tutti, perché la migliore tutela dell’ambiente è la nostra presenza, impegnandoci a lasciare alle future generazioni un ambiente il più possibile integro, ma abitato e vivibile, e non una “riserva” solo da visitare da parte dei “foresti”.