Thursday, 25 April 2019 - 09:54

Stalking. Arrestato dalla Volante e incarcerato 40enne pluripregiudicato

Mar 20th, 2019 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Carcere di Belluno

Sabato pomeriggio la Squadra Volante, impegnata in attività di controllo del territorio, è intervenuta in aiuto di una donna bellunese, che esasperata dalle continue attenzioni di un uomo, S.V., di 40 anni pluripregiudicato, noto alle forze dell’ordine, ha chiamato la Polizia.
La donna, che ha già denunciato in passato il suo persecutore, ha raccontato ai poliziotti che l’uomo aveva appena incendiato una roulotte parcheggiata vicino casa sua e che l’aveva minacciata per l’ennesima volta dicendole che avrebbe ammazzato lei e il suo cane. Terrorizzata, la donna a questo punto si è chiusa in casa.

La Volante e i Vigili del fuoco sono immediatamente giunti sul posto, trovando la roulotte, che stava andando a fuoco, parcheggiata vicino casa della donna; è apparso subito chiaro che la causa del rogo era di origine dolosa. Gli agenti hanno accertato tra l’altro che S.V. aveva già minacciato i condomini di quel palazzo di dar fuoco a tutto lo stabile, compresa la roulotte.

I poliziotti hanno verificato che l’uomo aveva bruciato anche uno scatolone di cartone, che si trovava fuori dell’appartamento.

Gli uomini delle Volanti, avendo sufficienti elementi per ritenere S.V. responsabile dell’incendio, si sono recati presso il suo appartamento dove hanno trovato alcuni indumenti intrisi di un acre odore di fumo, un accendino, una bottiglia di alcool, quasi svuotata del contenuto che lo stesso uomo ha ammesso di aver usato per appiccare l’incendio.

I poliziotti hanno a questo punto proceduto all’arresto di S.V. per i reati di incendio e di atti persecutori. L’arresto è stato convalidato da parte del G.I.P. e carico dell’uomo è stata disposta la custodia in carcere.

L’arrestato, quarantenne residente a Belluno si è reso in passato protagonista di numerosi episodi di minaccia e ubriachezza molesta che hanno richiesto in diverse occasioni l’intervento della Polizia.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.