Friday, 22 March 2019 - 15:53

Piano casa. Fracasso e Zanoni (PD): “La vera sfida è il risparmio energetico. Le deroghe ai capannoni vanificano gli obiettivi della legge”

Mar 14th, 2019 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Andrea Zanoni, consigliere regionale

Venezia, 14 marzo 2019  –  “Dopo il richiamo di Mattarella e alla vigilia della marcia contro i cambiamenti climatici, vogliamo che questo nuovo Piano casa, o come si chiamerà, sia un passo deciso per il risparmio energetico in edilizia, per fare del Veneto una regione all’avanguardia in questo settore. Purtroppo il testo uscito dalla Commissione prevede deroghe nelle zone agricole e per i capannoni che vanificano gli obiettivi della legge. Perciò abbiamo votato contro”. Il capogruppo del Partito Democratico Stefano Fracasso e il consigliere e vicepresidente della Seconda commissione Andrea Zanoni bocciano il Pdl 402 approvato nella seduta odierna, motivando il proprio no.

“Resta un limitato potere di pianificazione per le amministrazioni locali in ambito urbanistico ed edilizio. È necessario un provvedimento che renda obbligatoria la riqualificazione energetica, una disposizione preziosissima soprattutto adesso con l’emergenza dei cambiamenti climatici da affrontare. La vera rigenerazione del patrimonio edilizio è la rigenerazione energetica, tema non declinato a sufficienza nella proposta di legge. Come già successo con altri provvedimenti, i buoni propositi ‘generali’ vengono poi smentiti quando si entra nel dettaglio”, evidenziano i due consiglieri democratici commentando il Pdl di cui Fracasso sarà correlatore in aula.

“Permettere l’edificazione in zona agricola e l’ampliamento dei capannoni va in controtendenza con la necessità di tutelare territorio agricolo e non solo. È necessario assicurare la possibilità di governo del territorio attraverso gli strumenti dei Comuni e legare ogni premialità al massimo risparmio energetico, così come prevedono le direttive europee e come è doveroso per far fronte alla grande sfida dei cambiamenti climatici. Rimangono poi altri punti critici, come la gestione dei crediti edilizi: sulla carta possono convincere, ma nella realtà potrebbero prestarsi a operazioni di mera speculazione”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.