Tuesday, 26 March 2019 - 12:41

Le associazioni Bagus e La cura sono io unite in uno shooting fotografico a sostegno dei malati oncologici

Mar 11th, 2019 | By | Category: Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

Trenta donne protagoniste di un fantastico shooting fotografico a 2.752 metri sulla terrazza del rifugio Lagazuoi. Hanno ricordato così la giornata dedicata alle donne dell’8 marzo, con le donne e a supporto delle donne, grazie alla collaborazione con la onlus “La Cura sono io” di Maria Teresa Ferrari.

L’iniziativa si inserisce nel contesto del Rifugio La Stampa ed in collaborazione con Fondazione Cortina 2021, che per la giornata di ieri ha realizzato anche due conferenze all’Alexander Hall con ospiti quali la stessa Ferrari, Gabriella Pravettoni docente di Psicologia Cognitiva presso l’Università di Milano ed Elena Fanchini, azzurra dello sci che ha superato il tumore, il tutto presentato da Luca Ubaldeschi, direttore del Secolo XIX e coordinatore degli eventi GNN.
Donne protagoniste e modelle per un giorno, assieme ai copri capi disegnati dalla Ferrari a per i malati oncologici.

«Quando mi sono trovata ad affrontare la malattia, mi sono resa conto che i cappelli che si trovavano in vendita per le donne che avevano il cancro erano piuttosto tristi e soprattutto ricordavano chiaramente un paziente malato. Così è nata l’idea di crearne alcuni che consentissero alle donne di continuare a sentirsi belle anche durante i momenti difficili che possono capitare nella vita, come in questi casi» ha fatto sapere Maria Teresa Ferrari, presidente di “La Cura sono io”.

«Credo che il diritto alla bellezza venga espressa perfettamente con l’idea che Maria Teresa Ferrari propone con i suoi cappelli. Anche il solo indossare un capo che ci consente di sentirci meglio in momenti difficili, deve poter essere una scelta aperta per tutti. L’energia positiva che si è creata ed abbiamo condiviso ieri mattina al Lagazuoi per lo shooting fotografico, è stata eccezionale. Le donne che Bagus ha selezionato, – ha fatto sapere Katia Tafner presidente di Bagus – pur nella loro unica diversità, hanno in comune la voglia di mettersi in gioco, farsi sentire, condividere lodevoli cause, con uno spirito tipico di Bagus e quindi anche con un po’ di leggerezza e divertendosi».

Tra le donne selezionate, accanto alle socie di Bagus, vi erano quelle impegnate sul territorio all’interno di associazioni ed istituzioni, come la presidente dell’associazione albergatori Robera Alverà, Giovanna Martinolli, presidente CISV, Eleonora Cella consigliera del comune di Auronzo per la Cultura, imprenditrici locali, mamme rappresentanti di istituti scolastici ed anche la cantante Annalisa Andreoli che a seguito dell’iniziativa ha manifestato di voler collaborare con Bagus e supportare altre nuovi progetti.

Con gli scatti realizzati al Lagazuoi dal fotografo Giacomo Pompanin e resi ancor più speciali grazie alla truccatrice Emanuela Antonelli, è stata realizzata una mostra dal titolo “Il cuore in testa”, già esposta presso il museo Paleografico di Cortina e che sarà presentata stasera. La stessa viaggerà in altre città italiane e si trasformerà successivamente in una maxi mostra fatta dagli scatti delle testimonial che hanno supportato l’iniziativa nelle diverse località e che verrà realizzata a Milano.

Bagus ringrazia tutte le donne che hanno deciso di condividere questo nuovo progetto ricordando il motto dell’associazione “Bagus – sharing good”.

La Cura sono io
L’associazione culturale “La Cura Sono Io” è nata a Verona nel 2017 per iniziativa della sua presidente, Maria Teresa Ferrari, scrittrice e curatrice di eventi d’arte e di cultura. Un focus particolare è dedicato alle persone in terapia oncologica e al tema della salute e della cura di sé, al centro di eventi, performance, convegni scientifici, rassegne di incontri, workshop e iniziative legate alla prevenzione, in dialogo costante con la cultura, l’arte, la spiritualità e la società. Intorno all’idea di “progettare bellezza, nonostante” si è creata una community di persone che danno voce a un percorso comune fatto di condivisione, mettendo in circolo energia, positività, idee. Tra i progetti in corso, la collezione I cappelli di Terry, copricapi ricchi di estro e anallergici: accessori colorati, gioiosi, creativi, pensati per essere indossati da tutti, comprese le persone che affrontano un percorso chemioterapico o stanno fronteggiando un altro problema medico. Il Cuore in testa è un altro progetto in corso: una mostra itinerante che porta in varie città italiane i ritratti di un gruppo di donne immortalate con i copricapi, dopo una sessione di hairstyle e make up.

Bagus
Nata nell’agosto 2018, Bagus è un’associazione con sede a Cortina, attiva nell’ampezzano ma anche sul territorio nazionale. Sono suoi obiettivi la promozione dei diritti umani e la diffusione di una cultura generale del benessere che abbracci l’individuo – sempre al centro di ogni progetto –  mettendo in luce le sue potenzialità in uno spirito di condivisione, armonia, rispetto. In pochi mesi di vita l’associazione ha affrontato il tema della violenza intra genere, ha creato e lanciato la Bagus Bag, un kit realizzato in collaborazione con la Polizia di Stato, e ha recentemente illustrato, al MIUR, il “progetto Bagus intelligenza emotivo relazionale”. Quest’ultimo intervento punta a portare nelle scuole una nuova materia, l’educazione emotivo relazionale, e si avvale della collaborazione di testimonial preziosi, tra i quali l’ex campione di sci Kristian Ghedina. A breve realizzerà un progetto atto alla sensibilizzazione del rispetto per l’ambiente nelle scuole di Cortina grazie ad un’asta di beneficenza che verrà realizzata al Cortina Winter Party.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.