Thursday, 21 February 2019 - 05:38

Incassi boom per il casinò di Venezia: oggi l’unico con un trend positivo in Italia

Feb 5th, 2019 | By | Category: Sport, tempo libero

Il 2018 è stato un anno importante per i Casinò che si trovano in territorio italiano. La crisi economica infatti ha messo in difficoltà anche questo settore. Se da una parte c’è stato chi non è sopravvissuto e che ha dovuto chiudere i battenti, dall’altra c’è anche chi è stato spinto da un vento di ripresa, come il Casinò di Venezia.

Negli ultimi anni le difficoltà sono state molte e anche la preoccupazione di coloro che lavoravano nella struttura. A peggiorare la situazione c’è stata un’amara questione di incomprensione fra i sindacati, lavoratori e azienda. Il casinò, che ha oggi due sedi (Cà Vendramin Calergi e Cà Noghera) ha chiuso in positivo paragonando gli ingressi rispetto all’anno precedente.

A fare la differenza sembra essere stato il successo delle slot machines, che hanno segnato un +6% rispetto al passato, garantendo oltre il 50% degli introiti totali del casinò. Questo nonostante in generale fosse stato appurato un maggiore orientamento del pubblico verso i giochi sul web, molto più comodi, benché sempre sicuri.

Il grande vantaggio dei giochi online, rispetto al casinò tradizionale come questo di Venezia è che si ha la possibilità di giocare anche con slot con bonus senza deposito, nella formula cosiddetta “for fun”, cioè gratis. Dopotutto si tratta pur sempre di divertimento e non tutti hanno l’ambizione di vincere denaro fisico, anzi, molti italiani preferiscono proprio non spendere nulla.

Preferenze e passioni degli Italiani

Gli Italiani sono una popolazione amante dell’azzardo, della sfida, del rischio e per questo sono da sempre appassionati dei giochi in cui si mette alla prova la sorte con la Dea Bendata. Dal momento tuttavia che i casinò nello Stivale oggi si contano sulle dita di una mano, è chiaro che molto spesso ricorrano ai giochi online.

A differenza di quello che qualcuno potrebbe pensare, tale modalità di gioco è molto sicura, anche perché l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli deve autorizzare il sito (rilasciandogli regolare licenza) e poiché tiene sotto stretto controllo ogni aspetto di gioco di tali portali.

Con questo ovviamente non si intende dire che i casinò fisici siano meno sicuri, ma di certo richiedono maggiore impegno, specialmente logistico. Non a caso nonostante sia salito l’incasso del Casinò di Venezia, sono diminuiti di fatto gli ingressi, per una percentuale del -6%. Chi giocava alle slot presso bar, tabaccai e sale da gioco minori da cui oggi sono state in molti casi tolti gli apparecchi, nella maggior parte dei casi si è spostato online più che nei casinò fisici.

Casinò in Italia: la situazione

Le difficoltà economiche dei casinò italiani hanno riguardato tutti quelli presenti in Italia, nessuno escluso. La reazione e la modalità di incassare tale colpo, tuttavia, è stata diversa. La peggiore situazione oggi è quella del casinò di Campione d’Italia, un tempo fra i migliori, che oggi si ritrova ad aver chiuso i battenti. Il colpo grosso l’ha incassato alla fine dell’estate dell’anno scorso, quando ha perso più di 40 milioni di euro in due mesi.

Situazione migliore per il Casinò di Sanremo, che pur non raggiungendo gli incassi del passato, tutto sommato non ha avuto una diminuzione così sensibile del fatturato, visto che segna solo un -2,5%. Medesima situazione per il Casinò di Saint Vincent: anche in questo caso si è avuto un calo del -3%.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.