Sunday, 16 June 2019 - 12:40

“Un cuore in piazza”. Martedì in Sala Bianchi serata sui defibrillatori installati in città

Gen 28th, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Prima Pagina, Sanità, Società, Associazioni, Istituzioni

Totem con defibrillatore fronte Hotel Astor

Totem con defibrillatore Piazza Duomo

Si intitola “Un cuore in piazza” il progetto che unisce il Comune di Belluno e il Lions Club Belluno, grazie al supporto di alcuni privati, che ha portato due totem con defibrillatori in centro città.
Per illustrare le motivazioni e le specifiche del progetto, è stata organizzata per martedì 29 gennaio alle ore 18.00 in Sala Bianchi una serata che vedrà intervenire tutti i protagonisti del progetto: il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, e l’assessore Marco Bogo; Tiziana Roncada e Pierenrico Lecis, presidente e responsabile del Lions Club Belluno; Mauro Fantinel, cardiologo e rappresentante di Dolomiti Emergency; Giovanni Cipolotti, primario del Suem 118 di Pieve di Cadore; Alessandro Somacal, presidente provinciale dell’Ordine dei Farmacisti.

«Nelle scorse settimane, abbiamo individuato le aree dove installare i totem e ultimato i lavori di collegamento alla rete elettrica; questa mattina, i due defibrillatori sono stati posizionati all’interno dei totem e sono quindi funzionanti ed utilizzabili in caso di emergenza. – sottolinea l’assessore Bogo – Si tratta di strumentazioni fondamentali per la sicurezza, e per questo dobbiamo ringraziare tutti i donatori».

I totem che ospitano i due defibrillatori avevano già fatto la loro comparsa da qualche tempo in Piazza dei Martiri, alla fermata dell’autobus davanti all’Hotel Astor, e in Piazza Duomo, all’uscita delle scale mobili.
Grazie ai contributi delle farmacie Baratto, Boco, Dolomiti, Pietrobon ex Perale, dell’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica di Belluno e dell’Associazione “Martina Bonavera”, sotto la supervisione del Lions Club Belluno, sono stati acquistati i due totem e un defibrillatore; il secondo defibrillatore è stato invece donato dalla SMA Service – Società Medicina Aziendale, che ha fornito il materiale.

Share

Comments are closed.