Tuesday, 19 March 2019 - 10:06

Domenica a Cesiomaggiore si ricordano gli internati militari italiani della II Guerra mondiale

Gen 21st, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Il 27 gennaio di ogni anno in tutto il mondo si ricordano le vittime della Shoah; ma questa giornata di riflessione è dedicata anche agli oppositori politici del nazifascismo e ai deportati militari che finirono nei campi di sterminio e di prigionia tedeschi durante il secondo conflitto mondiale.

Domenica 27 gennaio alle 20.30 nella sala riunioni della Biblioteca comunale di Cesiomaggiore saranno ricordati proprio gli I.M.I., ovvero gli internati militari italiani, tutti quei soldati che dopo l’8 settembre 1943, giorno dell’armistizio sottoscritto dall’Italia con le Forze Alleate, furono catturati e disarmati dalle truppe tedesche in Francia, Grecia, Jugoslavia, Albania, Polonia, Paesi Baltici, Russia e Italia stessa, caricati su carri bestiame e avviati nei lager del Terzo Reich, sparsi un po’ dovunque in Europa (soprattutto in Germania, Austria e Polonia).

Fin dal primo momento, ai prigionieri, circa 650mila, viene chiesto con insistenti pressioni di continuare a combattere a fianco dei tedeschi o con i fascisti della Repubblica di Salò. La maggior parte di loro si rifiuterà di collaborare e con una scelta volontaria di coscienza, dice no a qualsiasi forma di collaborazione, affrontando sofferenze e privazioni. Decine di migliaia di IMI perdono la vita nel corso della prigionia per malattie, fame, stenti, uccisioni. Coloro che riescono a sopravvivere sono segnati per sempre.

I lettori di Caratteri Atipici, accompagnati dalla musica di Chiara Sandi, leggeranno alcuni brani di diari, lettere, testimonianze di ex I.M.I., tra cui quelle di alcuni cesiolini. L’iniziativa porta emblematicamente il titolo: “Ho scelto il lager”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.