Tuesday, 19 March 2019 - 09:55

40 anni fa le BR uccidevano il sindacalista Guido Rossa. Il ricordo giovedì al Museo etnografico di Seravella a Cesiomaggiore

Gen 20th, 2019 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Il 24 gennaio 1979 Guido Rossa, operaio e sindacalista dell’Italsider di Genova, nato a Cesiomaggiore nel 1934, viene assassinato dalle Brigate Rosse a pochi metri da casa sua, prima di recarsi al lavoro. Tre mesi prima aveva testimoniato, unico operaio della fabbrica, contro un collega sorpreso a fare volantinaggio per le BR all’interno dei reparti. Al funerale di Guido Rossa parteciperanno duecentocinquantamila persone.

Museo etnografico di Seravella (Cesiomaggiore – BL)

A quarant’anni anni di distanza da quel vile attentato che costò la vita al coraggioso operaio cesiolino, la Biblioteca comunale di Cesiomaggiore propone una serata di letture dedicate alla sua memoria. “Controvento – la vita interrotta di Guido Rossa”, è il titolo dell’iniziativa, realizzata dal Comune di Cesiomaggiore con il patrocinio di FIOM –CGIL

Giovedì 24 gennaio alle 20.30 nella sala conferenze del Museo Etnografico di Seravella i lettori della compagnia teatrale I Fuori di Quinta racconteranno attraverso letture di articoli del tempo, testimonianze, verbali e aneddoti, la vita interrotta di Guido Rossa, scandendo quei 92 giorni che dalla coraggiosa denuncia porteranno il sindacalista, amante della montagna e dei luoghi natii, all’inevitabile tragedia.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.