Monday, 21 January 2019 - 06:34

Bloomberg: tra le destinazioni top 2018 anche le Dolomiti

Gen 7th, 2019 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero

La soddisfazione in questo caso è doppia perché il travel editor di Bloomberg Nikki Ekstein ha scelto non una, come è sua abitudine, ma più di una volta il meraviglioso scenario naturale delle Dolomiti per trascorrere qualche giorno sulla neve. E non solo, visto che nella sua vacanza lavoro tra gli alberghi di Cortina d’Ampezzo e le Cinque Torri ha avuto anche modo di assaggiare, e come non poteva essere altrimenti, le specialità della gastronomia locale: tortelloni allo speck e pappardelle al ragù il menù scelto. È quindi con piacere che ancora una volta uno dei tanti turisti che ha deciso di trascorrere le vacanze nelle Dolomiti sia tornato a casa con la voglia di ritornare il prima possibile da queste parti.

L’altro motivo di cui essere orgogliosi è il fatto che la prestigiosa rivista Bloomberg abbia inserito le Dolomiti tra le località top del 2018. Ma lasciamo spazio agli altri luoghi che entrano a buon diritto in questa prestigiosissima rassegna delle mete top dell’anno appena trascorso.

Una vacanza ai Caraibi è quello che di più lontano può esserci dagli innevati paesaggi alpini. E il globetrotter Nikki Ekstein ha scelto Panama come destinazione ideale. Spinto dalla curiosa notizia di un miliardario che per salvaguardare l’ecosistema naturale di un’intera isola, ha deciso, con molta praticità, di acquistarla. E in fatto di isole nello Stato di Panama c’è davvero l’imbarazzo della scelta. L’arcipelago di San Blas ne comprende oltre trecento di sabbia bianca e circondate da acqua cristallina in cui praticare snorkeling e diving in uno scenario naturale incontaminato.

Per chi è interessato alla movida, Panama City è il luogo deputato al divertimento. Potreste decidere di trascorrere qualche ora nel suo suggestivo casinò; in effetti per quanto oggi il gioco abbia trovato entusiasmanti e coinvolgenti declinazioni ludiche in piattaforme digitali come SportPesa Italia dove è possibile trovare una grande varietà di giochi dal blackjack al texas hold’em a distanza di un click, vale comunque la pena dare un’occhiata a un casinò terrestre in stile Caraibi. Dopodiché vi consigliamo di assaggiare – proprio come ha fatto Ekstein – un piatto a base di specialità indigene tradizionali. Da veri gourmet.

Per chi è attratto dal fascino esotico ricco di suggestioni, profumi e spezie non marcano nella lista delle top destinazioni del 2018 mete come lo Sri Lanka e il Giappone.

L’antica isola di Ceylon è un vero paradiso terrestre ricco di fauna e di flora. Si attraversa lo Yala National Park dove si possono avvistare leopardi ed elefanti, mentre le spiagge incontaminate di Nilaveli, Passekudah e Tangalle sono i luoghi perfetti dove stendersi al sole aspettando il tramonto. Altrettanto intenso è il contatto con le culture locali, un affascinante mix che introduce il viaggiatore in riti antichi e tradizioni che ci fanno tornare indietro nel tempo.

E poi a est il Giappone, un estremo oriente che per secoli ha affascinato viaggiatori e mercanti. In questo caso seguendo le orme del globetrotter di addentriamo fin da subito nel variegato mondo della cucina nipponica. Tra tempura, kaiseki e gelato alla salsa di soia è difficile, se non impossibile resistere alle tentazioni della gastronomia del Paese, così deliziosamente distanti dalla nostra.

E ora facciamo un passo indietro, geograficamente parlando, per dirigerci a bordo di un aereo, verso un punto dell’Oceano Indiano che rappresenta per molti di noi un luogo da sogno, da visitare almeno una volta nella vita. Eccoci arrivati alle Maldive, tra resort costellati di bungalow che si affacciano sulle acque calde e turchesi di un mare paradisiaco. Un biglietto da visita non da poco per un arcipelago di isole che ha costruito sul turismo la propria fortuna. Difficile potersi sottrarre alla suggestione di ritrovarsi a contatto di una natura incontaminata in uno dei luoghi più remoti del mondo. A perdita d’occhio l’oceano, in un contesto di lusso e attenzioni rivolete al turista. Quanto è difficile una volta giunti in questi luoghi immaginare anche solo l’idea di tornare a casa.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.