Sunday, 24 March 2019 - 17:56

“Asino chi legge” al Catullo per sconfiggere il bullismo. Il progetto è stato presentato alle classi terze, a indirizzo socio-sanitario

Dic 26th, 2018 | By | Category: Appuntamenti, Prima Pagina, Scuola

Anche gli studenti possono trasformarsi in docenti. E insegnare. Sì, insegnare a scon?ggere il bullismo attraverso la formazione e l’esperienza sul campo, i piccoli gesti quotidiani e le emozioni. Facendo af?damento su un alleato speciale: l’asino. Da questa base riparte il progetto “Asino chi legge”. Un progetto che entra a tutti gli effetti nelle scuole. E, in particolare, all’Istituto Catullo, dove l’iniziativa è stata presentata a una platea di ragazzi, composta dalle classi terze a indirizzo socio-sanitario. In più, saranno coinvolte altre due scuole: l’Istituto Agrario “Antonio Della Lucia” di Feltre e la Scuola del legno di Sedico. La fase operativa scatterà a ?ne gennaio e prevede una serie di incontri proprio al Catullo, mentre nel mese di marzo la Fattoria del Piave (in località Rivamaor) spalancherà le sue porte ai giovani per un momento conclusivo, destinato a riassumere l’essenza dell’intero percorso. E in compagnia dell’asino. «Attraverso questo progetto – ha commentato l’ideatrice, Francesca Mussoi – vogliamo mettere a frutto le competenze degli studenti, stimolandoli a ricercare in loro stessi valori ed emozioni, da poter trasmettere agli altri». Per raggiungere l’obiettivo, ogni martedì e giovedì (dalle 14.30 alle 17) si svilupperanno degli appuntamenti mirati, curati da un team di cui fanno parte anche Lorenzo Pradel e Fiore Fagherazzi: «Lo scopo è quello di promuovere la cultura dell’integrazione, sovvertendo ruoli e luoghi comuni. L’asino, per esempio, non è un animale sciocco. È intelligente, ha grande pazienza e notevoli capacità empatiche». Il progetto, inoltre, si avvale della professionalità dell’onoterapista Simone Palma: «Analizzare il tema del bullismo sotto un’altra ottica può essere un arricchimento lungo il cammino di studi dei ragazzi. I quali verranno poi divisi in gruppo e saranno a chiamati a riempire di contenuti le varie stazioni di “Asino chi legge”». Oltre all’appoggio della Fattoria del Piave, si è rivelato fondamentale il sostegno dell’Associazione Martina Bonavera e dell’ASSI Onlus, rappresentata dal vice presidente Loris Paoletti.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.