Wednesday, 19 June 2019 - 16:52

Ponti comunali sotto controllo. Giannone: «Servono risorse, ma il Governo torna a tagliare»

Dic 14th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Biagio Giannone, assessore

«I nostri ponti sono tenuti sotto controllo dai preziosissimi tecnici comunali. Se vengono riscontrati dei problemi di sicurezza, siamo pronti ad intervenire; i cittadini possono stare tranquilli».

L’assessore alle manutenzioni del Comune di Belluno, Biagio Giannone, interviene così nel dibattito sulla questione sicurezza dei ponti, dopo le recenti osservazioni da parte dell’opposizione in consiglio.

«Per quanto riguarda il Ponte della Vittoria, – sottolinea l’assessore – gli uffici mi riferiscono essere stabile. Sono un centinaio i ponti sul nostro territorio che monitoriamo, e il Ponte della Vittoria è uno dei più importanti. Per intervenire in maniera decisiva servono però risorse che il Comune in questo momento storico non ha».
Proprio sulla questione risorse si concentra l’attenzione di Giannone: «Anni fa, le amministrazioni pubbliche potevano contare su bilanci e trasferimenti importanti. – evidenzia Giannone – In questi anni, i tagli sono stati continui: proprio ieri l’ANCI, tramite l’assemblea degli assessori, ha denunciato un nuovo taglio alle risorse con la nuove legge di bilancio di questo Governo, in questi giorni in discussione. Si riapre quindi la stagione dei tagli, rallentata dai Governi Renzi e Gentiloni, ai quali possono essere addossate molte responsabilità, ma che avevano fermato i tagli ai Comuni. Già si parla di una riduzione fino al 25% della spesa corrente manovrabile per moltissimi comuni».

Per il Ponte della Vittoria, «esiste un progetto risalente al 2002, ma per gli uffici si tratta di un ripristino estetico e non statico, per il quale all’epoca si era ipotizzato un contributo della Fondazione Cariverona, ma l’idea non è proseguita. Nonostante la possibilità del contributo e le disponibilità finanziarie per i comuni, drammaticamente ridotte dal 2010 in poi, non se ne è però più fatto nulla», ricorda l’assessore.
Come in tutta Italia dopo i drammatici fatti di Genova, l’attenzione verso lo stato di salute dei ponti è alta. «Lo dimostra l’intervento a Levego, sul ponte del Rio Reiù all’incrocio tra Via Pedecastello e Via Meassa, dello scorso agosto. – conclude Giannone – I sopralluoghi dei nostri tecnici avevano rilevato problemi di sicurezza, e siamo subito intervenuti con la chiusura; in questo momento, stiamo valutando le possibilità di intervento per poterlo nuovamente rendere fruibile al traffico. Poche settimane fa, infatti, abbiamo assegnato l’incarico per la verifica strutturale e la predisposizione del progetto di consolidamento».

Share

Comments are closed.