Wednesday, 12 December 2018 - 05:55

Ceis, promozione sociale e rilancio del lavoro. Dal Gruppo Progetto Uomo un rinnovato impegno

Dic 4th, 2018 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

Per Il Gruppo della Fondazione Progetto Uomo del Ceis di Belluno è il tempo dei bilanci, tipico per periodo di S. Martino e il dopo, che quest’anno si presenta con una provincia devastata eppure capace di esprimere una “montagna di solidarietà”.
Anche il Gruppo ha avuto difficoltà e danni, con l’abbattimento di alberi e assenza per più giorni di energia, telefoni, acqua e intralci nelle strade e località dove operano i dipendenti e gli utenti, nelle comunità di Crede e di Cet. Questo lo ha spinto a maggior impegno nel servizio di accoglienza, formazione e avvio al lavoro delle persone in difficoltà. E sta dotandosi delle strutture operative adeguate.
Tra esse il sottentro nella gestione dell’hotel “da Benito” di Ponte nelle Alpi, dando continuità alla gestione. Subito ha impiegato nei lavori di servizio e adeguamento persone nel disagio e in accompagnamento lavorativo. Per il rilancio infatti l’hotel ha dovuto sistemare la cucina, in vista del riavvio, secondo le regole attuali, sia del ristorante come sarà del bar.
Ciò si è reso possibile grazie a un finanziamento bancario, che ha riconosciuto i fini sociali dell’operazione di sottentro, anche perché la coop Cosomi del gruppo Ceis, ha dovuto lasciare altre gestioni con ristorazione. Il settore della ristorazione e dell’accoglienza è quello che maggiormente si presta alla formazione e all’accompagnamento lavorativo delle persone che si rivolgono in via Rugo 21, in richiesta di sostegno e aiuto.
L’intera attività del Gruppo si sta ampliando e consolidando, con particolare cura nella formazione al lavoro.

Il 26 a Belluno, il 27 a Feltre, il 28 novembre ad Agordo hanno preso avvio i corsi per Operatore socio sanitario (Oss), nelle sedi di Belluno, Feltre e Agordo, che sono affidati all’Organismo di Formazione Accreditato del Ceis e vedono la presenza di 71 corsisti.
Come Ente accreditato dalla Regione per i Servizi al Lavoro, ogni giorno mette a disposizione una segreteria e una psicoterapeuta dedicata, specializzata nella consulenza al lavoro, per tutti coloro che hanno perso la propria attività e sono alla ricerca di soluzioni. Nell’ultimo mese hanno ricevuto il servizio, in media, 4 persone al giorno, che hanno ricevuto ascolto sui loro problemi e la loro situazione personale per tutto il tempo necessario. Dall’inizio dell’anno hanno usufruito circa 70 persone, alcune con colloqui durati, in giorni diversi ovviamente, anche 20 ore.
Sono tra l’altro in corso incontri e stage di riqualificazione, secondo vari progetti regionali con i fondi europei, applicati in partenariato con altri enti e associazioni, che hanno visto la presenza di 23 persone a progetto e 44 persone con disabilità.
La funzione sociale ovviamente continua con l’accoglienza e i percorsi di comunità di soggetti caduti nella dipendenza, che nella fase del rientro sociale prevede proprio formazione e avviamento al lavoro. Il Gruppo del Ceis si è specializzato proprio in questo indirizzo, oltre alla terapia, secondo una tradizione di passione per il lavoro tipica del bellunese.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.