Wednesday, 12 December 2018 - 04:47

Elisa Corrà eletta alla vicepresidenza del Comitato d’Intesa di Belluno. Al suo fianco Maria Chiara Santin e Liliana Tomaselli

Nov 30th, 2018 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

Elisa Corrà vicepresidente Comitato dì’Intesa

Elisa Corrà è la nuova vicepresidente del Comitato d’Intesa di Belluno. Progettista esperta di management per il sociale e formatrice, nonché presidente dell’associazione Jabar che si occupa di carcere e diritti dei detenuti, si tratta della prima donna a ricoprire una carica diversa da quella di consigliere nel direttivo dell’associazione, che ha ben 42 anni di storia.

«Elisa è stata eletta per due motivi», spiega il presidente Gianluca Corsetti, «perché ha saputo riscuotere la stima dei membri del direttivo per le competenze attestate sia nell’ambito delle attività di volontariato sia nell’ambito lavorativo, ma anche perché ha dimostrato doti umane e relazionali che ben si sposano con lo stile del Comitato».
Al suo fianco opererà Maria Chiara Santin, eletta dal Comitato di Gestione del fondo speciale regionale per il volontariato con delega al personale, e Liliana Tomaselli, riconfermata in seggio dalla più recente votazione nell’assemblea elettiva del 27 ottobre. «Molte altre donne andrebbero citate e ringraziate, il pensiero va a tutte le consigliere che negli anni hanno contribuito alla crescita del Comitato».

Le prime parole di Elisa Corrà sono di ringraziamento a «tutte le persone che, durante l’ultima assemblea hanno deciso, con fiducia, di sostenere la mia candidatura a consigliere. Sono molto onorata del compito che mi è stato affidato e cercherò di ricoprire questa carica al meglio, soprattutto in una prospettiva dialettica e costruttiva. Inoltre, sono felice che nel direttivo siano presenti diverse figure femminili, alcune deleghe ricevute si intrecciano proprio tra di noi e daranno l’occasione di collaborare apportando una cifra specifica e nuova. Abbiamo iniziato da poche settimane ma gli aspetti di cui prendersi cura sono già numerosi ed importanti: a partire dalla riforma del terzo settore e tutti i cambiamenti a cui sarà necessario far fronte; la valorizzazione ed il rafforzamento dei numerosi progetti e servizi di cui il Csv vanta un’unicità da mettere in primo piano».

Nella stessa seduta Maurizio Vecchio (presidente di Anteas provinciale oltre che consigliere regionale e nazionale, ma anche presidente dell’associazione “La Cometa” e segretario generale di FNP Cisl Belluno-Treviso) è stato nominato quale quinto membro del direttivo.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.