Thursday, 19 September 2019 - 03:21
direttore responsabile Roberto De Nart

Grande successo per “chiamata a raccolto” 2018 il tradizionale appuntamento con la mostra scambio di sementi antiche organizzato dal Gruppo Coltivare condividendo

Nov 21st, 2018 | By | Category: Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

Sabato 17 e domenica 18 novembre si è svolta a Seren del Grappa (BL) l’ottava edizione di “Chiamata a raccolto” manifestazione dedicata alla biodiversità, al coltivare sano, alla mostra, scambio e donazioni di sementi antiche e riproducibili. Un’edizione che ha avuto un successo clamoroso sia in termini di espositori (giunti da tutta Italia), sia di visitatori (superate le 10mila presenze) sia in termini di proposte e contenuti

Sabato è stato ampio spazio ai convegni dedicati, il primo, all’impatto dei cambiamenti climatici nel Bellunese, lucida e molto interessante la relazione di Cesare Lasen (comitato scientifica del CAI), il secondo all’alimentazione a cura dei Nutrizionisti per l’ambiente, in cui si è sottolineata l’importanza di una alimentazione sana basata sulla biodiversità

Il momento clou di “chiamata a raccolto” si è avuto domenica quando sono arrivate a Seren del Grappa ben 25 tra le realtà più significative d’Italia per quel che concerne la tutela della biodiversità e il recupero di sementi antiche.
Centinaia le varietà di patate, di mais, di fagioli, cereali, orticole e fiori che sono state mostrate, scambiate e donate a migliaia di visitatori. Meritano una citazione particolare le due scuole presenti quella di Soranzen e quella di Auronzo che hanno portato e distribuito i semi ottenuti dai loro orti scolastici e proposto degli interessantissimi laboratori.

Chiamata a raccolto è stata anche un importante momento di confronto e proposta, infatti i rappresentanti delle varie realtà presenti hanno animato una tavola rotonda a cui hanno partecipato anche due componenti della Commissione Agricoltura del parlamento Luca de Carlo e Sara Cunial. Che hanno espresso vivo apprezzamento per l’attività delle varie associazioni e dichiarato di voler sostenere, nell’ambito della nuova legge sul biologico, la possibilità che le aziende auto producano le sementi anche antiche e riproducibili da usare e vendere.

Dalla tavola rotonda esce anche un importante progetto che vede l’alleanza tra le varie associazioni di salvatori di semi, una stretta collaborazione per diffondere sempre più la biodiversità e per dare vita a una filiera sana e trasparente basata sulle varietà antiche, riproducibili e tradizionali.
Un legame salvatori di semi-genetisti-agricoltori-trasformatori- ristoratori che sta già suscitando un vivo e forte interesse

Crediamo che il grande successo di questa edizione di “chiamata a raccolto” ci faccia capire quanto interesse ci sia per un coltivare sano e sostenibile, capace di produrre cibo nutriente e non contaminato e nel contempo di tutelare la fertilità del suolo, la salubrità di acqua e territorio. Un coltivare che ha enormi potenzialità soprattutto in una zona come la provincia di Belluno, Terra dall’enorme patrimonio di biodiversità e non ancora intaccata dall’agricoltura intensiva zeppa di pesticidi.
Le potenzialità ci sono, i numeri, l’entusiasmo e i progetti anche, non possiamo che auspicate un futuro sempre più all’insegna della biodiversità

Per saperne di più: Gruppo coltivare condividendo e-mail coltivarcondividendo@gmail.com

Share

Comments are closed.