Friday, 20 September 2019 - 07:22
direttore responsabile Roberto De Nart

Il grande jazz protagonista a Palazzo Guarnieri: sabato ritorna Roberto Gatto Quartet

Nov 20th, 2018 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Feltre – Roberto Gatto, l’estroso batterista, il genio delle bacchette, sarò a Palazzo Guarnieri sabato 24 novembre. Il Centro di musica della piccola cittadella ai piedi delle Dolomiti si conferma salotto di ritrovo per la musica che conta. Gatto rientra nel cerchio aureo degli eletti, di quei pochi artisti jazz italiani per i quali non servono descrizioni. Eletto per diversi anni consecutivi miglior batterista jazz italiano dalle riviste di settore, considerato uno dei più interessanti artisti e compositori in Europa e nel mondo, uno di quelli che si sono ritagliati un posto al sole nel panorama jazz e ne hanno scritto una parte di storia. E che continuano a scriverla. Perché arriverà a Feltre con un quartetto nuovo di zecca, formato da giovani promesse del jazz italiano.

Accanto a lui saliranno sul palco di Palazzo Guarnieri il trombettista Alessandro Presti, dotato di una splendida tecnica e di un fraseggio cristallino, il pianista Alessandro Lanzoni un virtuoso che lascia in un angolo il suo virtuosismo per lavorare duro a servizio dell’idea portante del gruppo, e il bassista
Matteo Bortone; quest’ultimo, insieme al leader, contribuisce a edificare una piattaforma continuamente in movimento, dove il contrappunto e il controtempo sono la regola e le soluzioni ritmiche standard un’eccezione.

Con questo nuovo quartetto, Roberto Gatto ritorna alla dimensione acustica con tre giovanissimi compagni di palco, sicuramente tra i più promettenti musicisti della nuova generazione del jazz italiano: la collaborazione con giovani talentuosi non gli è nuova e viene spontaneo il riferimento all’impegno e alla dedizione all’insegnamento da parte di un grande artista che, nonostante il successo a livello internazionale e il suo vivere tra l’Italia e New York, continua a spendersi per la formazione dei musicisti di domani.

A Feltre presenterà “Now!”, la sua ultima fatica. Ancora una volta il leader batterista, da ottimo organizzatore sonoro, costruisce con mano leggera e mai prevaricante un percorso variegato e sempre piacevole attraverso le cadenze di varie culture, con brani originali e a firma di diversi autori, atmosfere e ritmi dai diversi caratteri senza però perdere mai di vista la grande tradizione e soprattutto l’indispensabile swing, come nella migliore tradizione jazzistica all’insegna della improvvisazione. Anche la musica è meno libera, più ingabbiata, rispetto al cd precedente, ma è impreziosita dall’esecuzione di interpreti che sanno indiscutibilmente il fatto loro.

Il concerto è parte del calendario di eventi speciali pensati dall’Unisono di Feltre per festeggiare i suoi primi vent’anni di attività. In questi mesi Palazzo Guarnieri, sede antica del prestigioso Centro di Musica, ha ospitato nomi del calibro di Danilo Rea e Joe Barbieri. La stagione proseguirà l’8 dicembre con “Haiku Time” del sassofonista e compositore Claudio Fasoli, vincitore del Top Jazz 2017 come Musicista Italiano dell’Anno. Tutti i live si tengono nella piccola sala concerti del Palazzo, da appena sessanta posti; un luogo intimo e raccolto dove l’artista si trova a tu per tu con il suo piccolo, a pochi passi, alla distanza di un braccio teso. Come in un salotto tra amici.

Inizio concerto alle 21.15. Prevendite su www.centrodimusicaunisono.com

Share

Comments are closed.