Thursday, 19 September 2019 - 02:17
direttore responsabile Roberto De Nart

Boom di aziende giovanili nel Bellunese. I vini doc dei Fratelli Brugnera Muraro di Santa Giustina

Nov 18th, 2018 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

E’ boom di aziende giovanili. Lo ha ricordato nei giorni scorsi il presidente della Regione Veneto Luca Zaia nel corso delle sue visite nel Bellunese colpito dal maltempo. Il 7,9% delle imprese bellunesi, infatti, è guidato da under 35, e un’impresa su cinque ha ai vertici prevalentemente donne.

Una di queste nuove realtà ha radici tra il monte Pizzocco e il Fiume Piave, ed è la Società agricola Muraro dei Fratelli Brugnera Muraro, con sede in via Pizzocco n.1 a Santa Giustina, che ha iniziato recentemente la produzione di vini, il pinot bianco e il pinot grigio delle Venezie doc.

Ne abbiamo parlato con Elena Brugnera Muraro, laureata in Consumi e Pubblicità all’Università IULM di Feltre.

Come nasce l’azienda Muraro?
“Siamo in quattro fratelli, Laura, Alberto, Maria ed io. Diciamo che tutto parte dalla nostalgia, da quando eravamo piccoli, quando nostro nonno Bepi gestiva insieme ai suoi fratelli Antonietta, Luigi e Ada la cantina e l’Albergo Muraro a Santa Giustina e distribuiva vino in tutte le zone del Bellunese. Un’attività iniziata nel Ventennio quando il bisnonno era podestà e proseguita fino agli anni ’80.
Con il passare degli anni i nostri ricordi si sono trasformati in un desiderio forte di far rivivere quelle atmosfere. E quindi la decisione di ripartire da quella tradizione con un progetto nuovo, legato all’agricoltura, utilizzando i terreni di famiglia. Un’avventura da costruire insieme”.

Dove avete i vigneti?
“Tra il Pizzocco e il Piave, in questa terra sempre più ospitale alla vite, con un microclima dagli inverni meno rigidi, abbiamo dato vita a una nuova cultura enologica, con vini minerali che sviluppano le loro caratteristiche grazie a un terreno pedemontano ricco di acqua e lontano da colture intensive”.

Ci spieghi il significato delle etichette e l’immagine dell’azienda? 
“Oggi con Società Agricola Muraro produciamo vini che parlano di questa terra. Per questo abbiamo scelto il Piave come immagine delle nostre etichette, con l’acqua lucente. Mentre il logo aziendale è legato alla nostra storia familiare, ossia la rivisitazione di un antico ferro battuto esposto fuori dall’Albergo Muraro, una vecchia insegna che ci ricorda il nonno Bepi e alcuni episodi avvenuti durante la Seconda guerra mondiale. Un’immagine di forza e di volontà”.

Dei vini cosa ci racconti?
“Produciamo il Pinot grigio delle Venezie doc. Ambrosia gialla paglierino acceso, capace di esprimere un ricco bouquet di note tropicali che ricordano il pompelmo, il frutto della passione e il melone bianco, su sfondo floreale come primaverili prati fioriti. Al palato è piacevolmente complesso e morbido, fresco ed appagante. Chiude con un’ottima persistenza fruttata. E i Pinot bianco delle Venezie doc, un vino di tenue colore giallo paglierino. Con un ampio ventaglio di profumi e note di frutta a polpa bianca, agrumi e bouquet di fiori di campo. Sorso piacevole, ricco di aromi con marcata sapidità. Dalla persistenza essenziale, ma particolarmente pulita e gradevole”.

Share

Comments are closed.