Thursday, 19 September 2019 - 02:12
direttore responsabile Roberto De Nart

Nov 7th, 2018 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo

San Gregorio nelle Alpi, 6 novembre 2018  –  Alcuni dei nostri ristoranti sono ancora senza energia elettrica, chi con la strada chiusa, chi con una frana davanti al locale. Che facciamo? La presentiamo o no questa rassegna?

A chiederselo sono i ristoratori promotori dell’iniziativa D’Inverno a Tavola Dolomiti, che da 29 anni portano avanti l’oramai consolidata rassegna gastronomica, fatta di cultura, tradizioni, imprese, prodotti e cucina del made in Dolomiti.

La terra bellunese oggi è stravolta e si parla a fatica di gusto e bellezza. La prima data, il 17 novembre a Livinallongo del Col di Lana, salta inevitabilmente a causa della strada. Ma alla fine l’istinto di montagna prevale. E chiama al lavoro, giorno dopo giorno, passo dopo passo, al servizio del territorio, in omaggio a quell’ospitalità che sarà energia per la ripresa del Bellunese.
E’ su queste premesse che martedì sera al ristorante “Baita all’Arte” di San Gregorio nelle Alpi, si è tenuta la cena di presentazione della rassegna “D’Inverno a Tavola Dolomiti”. Con i prodotti di:  A.T.A. Allevamento trote Alpago di De Min Felice e Romor Walter di Chies d’Alpago; Azienda Agricola Marcolina Gabriele e Bortolas Chiara di Belluno; Società Agricola Gestialpestri S.S. di Diego De Paoli di Feltre; Azienda Agricola El Puner di Bortolin Nicoletta di Anzù di Feltre; Valcarne Cooperativa Feltrina San Vittore Produttori srl di Feltre; Cooperativa La Fiorita di Cesiomaggiore; Azienda Agricola Remo Corona; e i vini di Agostinetto di Valdobbiadene, dell’Azienda Agricola De Bacco, e l’acqua Dolomia delle Dolomiti.

 

 

 

Share

Comments are closed.