Sunday, 15 September 2019 - 20:14
direttore responsabile Roberto De Nart

Alluvione. Aggiornamento delle ore 20 del I° novembre 2018. Massaro: “L’acqua in tutta la Valbelluna è da considerarsi non potabile”

Nov 1st, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore, Società, Associazioni, Istituzioni

Pubblichiamo l’aggiornamento delle ore 20 di oggi I° novembre del 2018 diramato dal sindaco di Belluno Jacopo Massaro

Jacopo Massaro

1) ENERGIA ELETTRICA:
– Manca completamente l’energia elettrica sul Nevegal alto, ad Antole e Faverga. Stiamo continuando a sollecitare Enel per l’installazione di generatori;
– la gran parte del territorio in questo momento non è alimentato dalle linee elettriche, bensì da generatori. A causa di Tale situazione molto spesso la corrente elettrica sparisce per un certo periodo fino a quando Enel riesce a riavviare il generatore. È la situazione, ad esempio, delle frazioni di Cet e Pitanzella che nel momento in cui vi scrivo sono prive di energia elettrica e a breve dovrebbero averla.

2) ACQUA
– tutta l’acqua del comune di Belluno e di tutta la Val Belluna è da considerarsi non potabile e quindi non va Usata per scopi alimentari;
– L’assenza di energia elettrica impedisce a GSP di erogare acqua nella parte alta del Nevegal.

3) OSPITALITÀ
Chiunque qualunque ora, abbia bisogno di aiuto, di essere ospitato, di un pasto caldo, di una doccia o di ricaricare il cellulare può presentarsi alle scuole medie Ricci vicino alla stazione dei treni.
Inoltre, può chiamarci a qualunque ora al numero 328-2287358 (anche per segnalarci una persona disabile o con bisogni particolari o la necessità di un pasto a domicilio).
Ricordo inoltro che dalle 14 alle 18 presso la scuola media Zanon di Castion e presso la casetta degli Alpini vicino al campo sportivo di Salce è possibile ricaricare cellulari e fare una doccia calda.

4) SERVIZIO “ANTISCIACALLAGGIO”
Per coloro che dovessero lasciare la propria casa per essere ospitato altrove è stato attivato dalla Prefettura un servizio di protezione delle abitazioni.

5) STRADE
via Miari e il ponte Bailey restano CHIUSI; per cui è opportuno non creare traffico ulteriore, per favore. Vi ricordo che abbiamo riattivato il servizio autobus di Dolomitibus con piccole deviazioni (controllate il loro sito per vedere i percorsi).

Il test di tenuta del bailey dovrebbe tenersi tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio di domani 2 novembre. «Anche se fino a domattina avremo forse una tregua, resta comunque l’allerta meteo. Chiediamo quindi a tutti di limitare al minimo gli spostamenti, visto che la chiusura del ponte bailey sta causando grossi disagi al traffico, con relativi ingorghi e possibili problemi per gli eventuali soccorsi».
La pioggia della giornata ha innalzato il livello del Piave al Ponte della Vittori: l’ultimo rilevamento delle 19.00 di oggi ha fissato la quota a 2.42 metri.
Resta in vigore il divieto assoluto di avvicinarsi ai corsi d’acqua principali e secondari: oltre a esserci ancora pericolo, con la violazione dell’ordinanza sindacale si commette un reato che prevede un’ammenda e l’arresto fino a tre mesi. «Purtroppo vengono segnalate ancora persone sulle sponde del Piave e a Lambioi. – denuncia il sindaco – Abbiamo inviato le forze dell’ordine e la polizia locale per sgombrare l’area e continueranno i controlli».

6) PERICOLO
avvicinarsi ai corsi d’acqua è PERICOLOSISSIMO, anche perché gli argini sono danneggiati e potrebbero cedere improvvisamente.
Per questo motivo ricordo che è assolutamente vietato avvicinarsi all’area di Lambioi, del Piave, dell’Ardo e di qualunque altro corso d’acqua.

7) METEO
Il tempo dovrebbe darci un po’ di tregua fino a domattina. Speriamo.
Il consiglio è di RESTARE IN CASA e limitare tutti gli spostamenti in caso di temporali e raffiche di vento.
Vi invito inoltre a prestare grande attenzione agli alberi, alle tegole dei tetti e a possibili frane ed esondazioni.

8) ricordate che nessun volontario di Protezione Civile vi chiederà mai di entrare nella vostra casa. Noi ci stiamo limitando a pattugliare le zone che hanno bisogno di assistenza e a fornire informazioni.

9) i cimiteri restano aperti per le commemorazioni dei defunti. Non ci sono pericoli per la sicurezza, ma non sono “ordinati” come avremmo voluto: purtroppo questa alluvione ha distrutto i lavori fatti nei giorni scorsi dalle nostre squadre operaie e dalle ditte che avevamo incaricato per risolvere i lavori insoddisfacenti effettuati dalla ditta che ha l’appalto ed il cui contratto, come noto, è in corso di risoluzione. Mi scuso con tutti voi, ma in questi giorni abbiamo dovuto dare priorità a strade, luce e acqua.

10) tenetevi sempre informati per favore consultando solo canali ufficiali. Potete controllare ad esempio: il sito istituzionale del Comune di Belluno, della Prefettura, la pagina Facebook del sindaco di Belluno o del comune. Evitate di dare credito a informazioni non verificate, che creano un sacco di problemi ai soccorritori.

Sto ricevendo tantissime disponibilità ad aiutarci: Persone che si offrono di ospitare sfollati, che mettono ad disposizione appartamenti sfitti, panifici che si offrono di portare da mangiare a sfollati e volontari, commercianti che mettono disposizione gratuitamente le loro merci e tanto altro. Grazie infinite, è uno sforzo di solidarietà meraviglioso. Anche se non ho la possibilità Adesso di rispondervi, Vi garantisco che prendo nota di tutte le vostre disponibilità e che le tengo in considerazione qualora dovessimo averne bisogno.
Un grazie speciale alle centinaia di volontari impegnati incessantemente, alle forze dell’ordine, a tutti i lavoratori impegnati per la nostra sicurezza.

Un pensiero particolare a tutti i Concittadini e i colleghi sindaci in difficoltà, anche davvero gravi, nelle altre zone della provincia. So che molti non se la stanno passando affatto bene, in particolare nell’Agordino: in molte frazioni non hanno acqua, luce, cellulari, linee telefoniche e In molti casi non sono ancora stati raggiunti dai soccorsi. Noi abbiamo messo a disposizione degli altri comuni 30 posti letto per eventuali sfollati, più 5 posti letto particolarmente accoglienti ed attrezzate per persone anziane o con particolari necessità. Speriamo non servano.

 

Share

Comments are closed.