Saturday, 17 November 2018 - 15:40

Mondo anziani che sara? Giovedì a Borgo Piave l’incontro del Ceis con la dottoressa Anna Casanova

Ott 23rd, 2018 | By | Category: Appuntamenti, Sanità

“Mondo anziani”. Questo l’argomento proposto per giovedì 25 ottobre, ore 20, secondo incontro organizzato dal Comitato Popolare di Borgo Piave e Oltrepiave, nel salone del Centro Ceis in via Rugo 21, appunto al Borgo.
Protagonista a tutto campo sarà la dr. Anna Casanova, direttrice Uoc di Geriatria e responsabile di lungodegenza nell’ospedale di Feltre, e operante pure con la Neurologia per il progetto di accertare, controllare e fermare, quando si può, il decadimento cognitivo degli anziani.
Il tema riguarda in modo specifico la popolazione bellunese. Provincia che si spopola, tanto da perdere circa 1000 residenti ogni anno, ma – data la denatalità – con crescente numero di persone che raggiungono – grazie a Dio – la terza e quarta età. Età che non omette sorprese, visto che con gli anni l’organismo diventa meno efficiente, aumentano i rischi di patologie e accidenti vari, tra cui è a tutti noto il decadimento legato all’Alzheimer, nome del medico che ha individuato tale sindrome.
Dati e situazioni, magari qualche storia, ruolo delle famiglie, assistenza in ospedale o a casa, ruolo di medici infermieri, familiari e badanti, problema della solitudine possono entrare nella relazione, ma pure nel dibattito che segue ed è richiesto. Tra l’altro, tra noi, c’è un numero di persone che arrivano ai 100 anni e i centenari magari hanno più salute dei settantenni.
Questo futuro attende tutti, più o meno velocemente, dato l’aspetto anche soggettivo del tempo. Ma la prova della verità comincia o scatta con l’età della pensione, cambio o salto di vita.
La faccenda dell’invecchiamento non è per niente semplice. Non coinvolge solo la persona titolare dell’età, ma figli e nipoti, che sono sempre meno di numero e spesso sono nella necessità di sobbarcarsi scelte non facili e perfino di oneri finanziari, cui non sono preparati o sono impossibili.
Vale la pena essere presenti alla serata, interrogarsi e interrogare.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.