13.9 C
Belluno
sabato, Luglio 11, 2020
Home Cronaca/Politica Pannolini biodegradabili: via alla sperimentazione

Pannolini biodegradabili: via alla sperimentazione

Stefania Ganz, assessore

Valentina Tomasi, assessore

Belluno, 16 ottobre 2018 – La giunta del Comune di Belluno riunitasi ieri pomeriggio ha deliberato il via libera alla sperimentazione dei pannolini biodegradabili all’asilo nido comunale “Piccolo Girasole”.
«L’obbiettivo – spiegano Valentina Tomasi, assessore alle politiche educative e dell’istruzione, e Stefania Ganz, assessore alle politiche ambientali – è quello di incentivare l’utilizzo di prodotti biodegradabili e sostenibili a scapito di prodotti non riciclabili, e sappiamo quanto i pannolini incidano sulla produzione del rifiuto secco e sui bilanci familiari».

La decisione di giunta è un anticipo di quanto potrebbe essere realizzato dalla società Bellunum: «Ad inizio anno, Bellunum ha sottoscritto un protocollo di intesa per “lo sviluppo di buone pratiche ambientali che possano favorire la transazione verso un’economia circolare con zero rifiuti, attraverso la diffusione e l’utilizzo di pannolini compostabili a beneficio delle famiglie e dei bambini”, con altre società di raccolta rifiuti operanti nel trevigiano e una ditta di Pordenone, che produce e commercializza pannolini monouso riconosciuti compostabili secondo lo standard europeo e quindi conferibili con il rifiuto organico. – sottolineano gli assessori – Con questo protocollo, la società si è impegnata a favorire l’utilizzo di pannolini compostabili, fornendoli agli utenti degli asili nido, ed ora l’iniziativa, partecipante al bando 2018 del programma comunitario “Life”, è attualmente in attesa di finanziamento».

L’amministrazione ha comunque deciso di dare il via alla sperimentazione, impegnando 2500 euro per l’acquisto dei pannolini che saranno messi a disposizione gratuitamente già da quest’anno alle famiglie dell’asilo nido “Piccolo Girasole”: «Salvo imprevisti, i pannolini saranno a disposizione entro fine novembre. – anticipa Tomasi – Inoltre, le famiglie del nido che useranno questi pannolini anche a casa potranno conferirli direttamente all’asilo, che si occuperà dello smaltimento»

«È una scelta importante e ferma, che vuole guidare le famiglie verso una scelta e un acquisto consapevole. – spiega ancora Tomasi – Abbiamo esteso l’invito a partecipare al progetto anche agli asili nido paritari e alla ULSS, che si è già dimostrata interessata. È una scelta dall’impatto ambientale significativo»
«L’utilizzo dei pannolini biodegradabili – sottolinea infine Ganz – permetterà un doppio vantaggio ambientale: da un lato, ridurrà in maniera significativa la produzione di rifiuto secco non riciclabile; dall’altra, essendo rifiuto compostabile, potrà essere conferito in stabilimenti dove contribuirà a produrre energia elettrica e compost».

Share
- Advertisment -



Popolari

Apertura Pian Longhi. Bortoluzzi e Vendraminit: «Grande opportunità di rilancio; il Nevegal è importante per tutta la provincia»

«Il Nevegal ha enormi potenzialità turistiche e il riavvio della struttura di Pian Longhi rappresenta una grande opportunità per il rilancio del Colle. Auguriamo...

Lettera del 12enne che non voleva fare la fila. E la replica del gestore del rifugio

Egregio Signor Direttore di Belluno Press - Quotidiano on-line Sono un ragazzo di 12 anni, vicentino, venuto qui in vacanza per qualche tempo e vorrei segnalarLe cosa...

Incidente mortale a Cibiana di Cadore. Altri interventi del Soccorso alpino

Cibiana di Cadore (BL), 10 - 07 - 20   Attorno alle 21 la Centrale del 118 è stata allertata da un passante che, imbattutosi...

Dai vigneti alla tavola una storia che nasce in Veneto, passa dalla Toscana e torna tra le montagne bellunesi, a Val di Zoldo, alla...

  "Abbiamo racchiuso l'emozione e l'ebbrezza di un buon vino e di un buon piatto, la gioia di ritrovarli insieme e condividerli in un abbinamento...
Share