Saturday, 17 November 2018 - 15:27

Giornata mondiale del pane. Aumentate le importazioni del 91% in due anni. L’obiettivo è quello di valorizzare la produzione artigianale

Ott 16th, 2018 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

Negli ultimi due anni l’importazione dall’Est Europa di pane precotto surgelato è aumentata del 91%, con un fatturato passato da 4 a 8 milioni di euro l’anno.

Nella giornata mondiale del pane, oggi 16 ottobre, un segnale d’allarme che conferma la difficoltà che incontra il settore e il cambio di abitudini della popolazione.

Il consumo è in calo, le ultime stime parlano di meno di 80 grammi a testa contro i 180 del 2000, ma soprattutto è in calo la qualità. Lo stile di vita nelle nostre città è più frenetico, si fa la spesa nei grandi centri commerciali che sfornano pane tutti i giorni ma usando basi precotte soprattutto all’estero, i negozi di vicinato, comprese le panetterie artigiane, le uniche che offrono prodotti davvero di qualità con materie prime sicure, vedono calare consumi e affari.

“Una tendenza difficile da invertire, perché non sembra la qualità il primo criterio di scelta attuale del consumatore. Ma il pane fresco è garanzia di salute e di materie prime di eccellenze, farine e lieviti selezionate, spesso pasta madre curata direttamente dal produttore. Una garanzia per la salute e la tutela del consumatore che i prodotti importati non hanno. Per questo CNA Agroalimentare lavora a progetti che sensibilizzano i consumatori e spingono i panificatori artigiani ad una sempre maggiore attenzione alla qualità del prodotto”, commenta Matteo Ribon, segretario regionale di CNA Agroalimentare Veneto.

Il numero dei panifici in Veneto è diminuito negli ultimi anni del 5 % e oggi le imprese della panificazione sono circa 1.600, con la provincia di Venezia in testa con circa 300 imprese e quella di Belluno in coda con 80.

In Veneto la spesa per pane grissini e crackers è stimata su 700 mila euro annui a fronte di una spesa complessiva di 10,4 milioni per prodotti alimentari. Per il pane ogni Veneto spende circa 30 euro pro capite al mese, con un calo del 7,6 % negli ultimi dieci anni.

La giornata mondiale del pane, nacque il 16 ottobre 1981, dapprima come Giornata Mondiale dell’Alimentazione, organizzata dalla FAO per commemorare la sua fondazione, ed in seguito estesa dal 2006, per volere dell’Unione Internazionale dei Panettieri e dei Pasticceri (IUB), anche a Giornata Mondiale del Pane, per celebrare uno dei primi cibi lavorati dall’uomo e considerato attraverso i secoli nutrimento di base per numerose popolazioni.

Questa giornata è voluta per riscoprire il pane autentico e celebrarlo in tutto il suo splendore, riavvicinandosi ai sapori di una volta ed incoraggiare le persone ad apprezzare maggiormente quello artigianale.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.