13.9 C
Belluno
venerdì, Agosto 14, 2020
Home Cronaca/Politica Disservizio al cimitero di Salce. Massaro: «Grave e ingiustificato inconveniente. Chiesta una relazione,...

Disservizio al cimitero di Salce. Massaro: «Grave e ingiustificato inconveniente. Chiesta una relazione, prenderemo provvedimenti»

Jacopo Massaro, sindaco di Belluno

«È gravissimo, inaccettabile ed ingiustificato quanto accaduto sabato pomeriggio al cimitero di Salce. È ancora più grave il fatto che ne veniamo a conoscenza solamente quattro giorni dopo e dalla stampa: abbiamo già chiesto alla cooperativa una relazione e prenderemo tutti i provvedimenti del caso»: il Sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, esprime tutto il suo sdegno per quanto accaduto pochi giorni fa, al termine di un funerale, quando all’arrivo del feretro al cimitero si è scoperto che la fossa non era pronta e che nel luogo dove avrebbe dovuto esserci la buca era posizionato un sacco di ghiaia di 15 quintali.
«Non è la prima volta che ci giungono segnalazioni negative sull’operato della cooperativa che gestisce i servizi cimiteriali, – continua Massaro – e questa va ad aggiungersi alle altre delle quali si è discusso anche in consiglio comunale. Non possiamo assolutamente essere soddisfatti del lavoro svolto dalla cooperativa: abbiamo già effettuato alcune contestazioni e trattenuto penali (3 richiami scritti per contestazione di 8 disservizi, una trentina di ispezioni dal parte del Comune, diversi sopralluoghi da parte dell’assessore Busatta), e stiamo valutando molto attentamente il rapporto contrattuale».

Maurizio Busatta

«La risoluzione del contratto per inadempimento è sicuramente percorribile. – spiega l’assessore Maurizio Busatta – È chiaro che un provvedimento di tale natura non sarà condiviso dall’appaltatore che lo impugnerà avanti al Giudice. La controversia appartiene alla giurisdizione ordinaria e non a quella amministrativa, e la possibilità di subire tempi processuali molto lunghi è concreta. Anche per questo, la cooperativa, per le vie brevi, ha manifestato l’interesse a un accordo stragiudiziale; gli uffici stanno valutando la proposta con tempestività e, appena avremo i risultati, la Giunta li comunicherà al Consiglio comunale».
«Siamo vicini alla famiglia della donna che, oltre al dolore per la perdita, ha dovuto sopportare anche questa gravissima inefficienza ed umiliazione. – concludono sindaco e assessore – A loro possiamo solo assicurare che faremo in modo che quanto accaduto non possa ripetersi».

Share
- Advertisment -



Popolari

Soccorso in montagna. Intervento in corso sulla Moiazza

Agordo (BL), 13 - 08 - 20   Una squadra del Soccorso alpino di Agordo è impegnata in un intervento sulla Moiazza. Attorno alle 17...

Nuova ordinanza Zaia per i rientri dall’estero (Spagna, Croazia, Grecia, Malta), manifestazioni sportive, scuole da 0 a 6 anni

Con ordinanza n.84, del 13 agosto 2020 il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha disposto quanto segue: 1) Controllo obbligatorio di persone a...

Ulss Dolomiti, emergenza Covid. Chiusi focolai, ma nuove positività da rientri Spagna e Kossovo

La Ulss Dolomiti informa che in queste ultime 24 ore sono emerse le seguenti novità: • si è definitivamente chiuso il piccolo focolaio epidemico che...

Proroga modifica circolazione in via Feltre fino al 31 agosto, nel parcheggio ex Moi, per manutenzione straordinaria

Per consentire il completamento dei lavori al parcheggio ex Moi in via Feltre a Belluno, si rende necessaria la proroga delle seguenti modifiche alla...
Share