Thursday, 17 October 2019 - 00:11
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Auronzo: Terna accoglie la richiesta dell’amministrazione comunale di interramento della linea

Ott 12th, 2018 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Tatiana Pais Becher, sindaco di Auronzo di Cadore

L’Amministrazione Comunale di Auronzo di Cadore esprime grande soddisfazione per l’accoglimento da parte di Terna della richiesta del sindaco Tatiana Pais Becher e della giunta di interrare tutto il tratto di derivazione in doppia terna alla C.P. Malon dell’elettrodotto 132 kV Pelos-Somprade, che sarà ricostruito in cavo interrato.

Il sindaco ha ricevuto la comunicazione direttamente da Terna, che ha già ufficializzato l’accoglimento della richiesta tramite mail al sindaco e tramite Pec al Comune.

Il tratto che sarà demolito e sostituito con un nuovo elettrodotto in cavo interrato ha una lunghezza di 800 metri, per un totale di 4 tralicci, e interessa la zona abitata di via Berti.

La demolizione consentirà così di liberare la Residenza per Anziani “Beata Gaetana Sterni, la chiesa di San Rocco e la sede del locale Sci Club dalla presenza della linea. L’esigenza di liberare la Residenza per Anziani dal traliccio era stata già manifestata dal Consiglio dell’ente negli ultimi vent’anni, con vari tentativi, senza esito positivo, dei Sindaci che si erano succeduti per ottenere l’interramento dello stesso.

Durante gli incontri che Terna ha tenuto nel Municipio di Auronzo per la realizzazione del collegamento tra Somprade e Cortina, sia con la popolazione sia con la Giunta comunale, l’istanza era stata posta con determinazione dal Sindaco Tatiana Pais Becher al responsabile dell’Unità Nord Est Stefano Lorenzini, resa poi ufficiale con una lettera a lui indirizzata a novembre 2017.

Terna ha dunque raccolto la richiesta dell’Amministrazione Comunale e dei cittadini , dimostrandosi fin da subito possibilista e, pur avendo inoltrato a maggio l’istanza autorizzativa per il progetto “Riassetto della Rete elettrica di Trasmissione Nazionale nell’Alto Bellunese”, ha deciso di presentare, non appena terminata la produzione della documentazione progettuale e ambientale, la richiesta di variante al progetto in autorizzazione, limitando ulteriormente la realizzazione di nuovi elettrodotti in aereo aumentando, invece, la realizzazione di questi in cavo interrato.

Nello specifico, oltre all’interramento dei 4 tralicci in questione, e al tracciato della linea Somprade-Zuel:

– Non saranno più realizzati i 2,8 km dell’elettrodotto a 132 kV in aereo dell’elettrodotto P.Malon/Campolongo – Auronzo. La linea esistente sarà mantenuta e, per collegare la Cabina Primaria di Campolongo sarà realizzato un nuovo collegamento a 132 kV di 3,7 km in cavo interrato alla stazione di Auronzo;

– L’ingresso da Nord alla stazione di Auronzo dell’elettrodotto 220 kV Lienz – Soverzene non sarà più realizzato con un collegamento in aereo, bensì con un nuovo tratto in cavo interrato.

L’Amministrazione Comunale di Auronzo ringrazia Terna per la particolare sensibilità dimostrata nei confronti delle istanze dei cittadini di un territorio che vanta alcune delle più belle cime delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità.

Share

Comments are closed.